NATALE AL BORGO di ANZI

20 dicembre / 6 gennaio

N     ella sala B della Regione Basilicata, la conferenza stampa di presentazione dell’evento NATALE AL BORGO di ANZI, manifestazione che si pone tra le principali feste del Natale Lucano e che sarà inaugurata VENERDI’ 20 alle ore 17 da due volti noti della televisione: MARIA SOAVE del tg1 e PEPPONE CALABRESE di LINEA VERDE (presente alla conferenza).

Il Sindaco di ANZI, Maria FILOMENA GRAZIADEI, ha sottolineato come l’Evento sia un felice incontro tra pubblico e privato: “Il Comune ha subito sposato l’idea di questo Evento perchè l’amministrazione di Anzi nei prossimi 5 anni vuole far sì che attraverso la cultura, lo spettacolo, gli eventi come questo, si crei un flusso turistico importante da affiancare a quello già esistente per il PLANETARIO anzese e per il PRESEPE POLISCENICO LUCANO (oggetto peraltro di un restyling proprio per la manifestazione che si sta per aprire). Dobbiamo frenare lo spopolamento dei nostri bellissimi borghi, pieni di storia e di cultura, e per far questo ben vengano le sinergie, come in questo caso, tra imprenditorialità privata e intervento pubblico”.

GERARDO LIBONATI, ideatore della manifestazione ed imprenditore della SECURITY DEPARTMENT SRL, ha illustrato cosa i visitatori vedranno in questo Evento: un percorso di oltre un chilometro fatto di luci spettacolari, proiezioni sulle rocce e sulle facciate degli edifici del centro storico, attrazioni luminose come animali e figure giganti, la Casa di Babbo Natale dove i bimbi riceveranno i regali dal padrone di casa e da Elfi e Nataline, un albero di oltre 20 metri (uno dei più alti in Italia), videomapping, stand enogastronomici per tutto il Borgo, concerti e spettacoli (ogni sera alle 21, si inizia con il CORO GOSPEL DI POTENZA il giorno dell’inaugurazione), un percorso ‘dei desideri’ e ovviamente la visita al PRESEPE POLISCENICO LUCANO (quarto in Europa, con scene che rappresentano i più famosi paesaggi lucani dai Sassi alle Dolomiti allo stesso Borgo di Anzi), la visita alla NATIVITA’ e CICLO DELLA VITA DI GESU’ di Giovanni TODISCO (affresco del 1559 che ha l’unicità di presentare la grotta della Nascita con tanto di provoloni lucani e bastoni uncinati usati dai pastori del passato per la TRANSUMANZA (che proprio da Anzi passa ogni anno in questo periodo), la visita all’OSSERVATORIO ASTRONOMICO PLANETARIO di Anzi (visitato dai maggiori astronauti tra cui PARMITANO), il MUSEO CONTADINO nelle ex cantine del Palazzo Baronale.

Libonati ha poi già indicato le linee della prossima edizione, legate proprio alla presenza del PLANETARIO: le luminarie del 2020 rappresenteranno i pianeti e nella piazza principale si cercherà di fare una cosa straordinaria: riprodurre la volta celeste con le luci. Un progetto unico in Italia che si pone tra il sogno e la didattica.

PEPPONE CALABRESE, volto noto della Rai, conduttore di LINEA VERDE, che inaugurerà l’Evento con MARIA SOAVE, si è detto emozionato per ‘il senso di comunità che ha trovato ad Anzi’. “Questo fare ed essere comunità può veramente essere la chiave di volta per salvare i nostri borghi lucani; tutta la comunità di Anzi so che si sta adoperando per questo Evento mai realizzato; questo spirito di solidarietà è da promuovere e per questo ho accettato con entusiasmo di inaugurare l’Evento”.

PEPPONE ha poi presentato VALENTINA LOPONTE (di ‘Magazzino Sociale’) che ha sottolineato come NATALE AL BORGO di ANZI sia il primo evento natalizio italiano a SPRECO ZERO. L’Associazione infatti promuoverà il ‘FREDDO SOLIDALE’, un progetto che farà sì che il cibo che ogni sera non sarà stato utilizzato dai ristoranti e dagli stand NON ANDRA’ BUTTATO ma destinato sia alle persone più bisognose del Paese che alle oltre 1500 persone che l’Associazione segue a Potenza.

MARIANO MARCOGIUSEPPE, presidente della PRO LOCO ANZI, antropologo e studioso della storia di Anzi, ha detto che “il legame tra Anzi e Natale è antico ed è testimoniato dagli affreschi del TODISCO dipinti nel 1559 dove gli elementi della tradizione contadina lucana sono immersi nella raffigurazione più classica della Natività e del Ciclo della Vita di Gesù.”. Mariano ha anche rimarcato il fatto che questo evento viene fatto in inverno poiché in Basilicata, soprattutto nei piccoli borghi, si fanno quasi esclusivamente eventi estivi.

DINO BELLETTIERI, consigliere regionale di origini anzesi,si è detto emozionato per questo bellissimo Evento: “ho visto in questi giorni un vero e proprio Presepe, quello di Cittadini e Volontari che stanno montando le strutture, che stanno curando i dettagli della manifestazione, insomma un vero e proprio movimento di una comunità intera che non può che essere fruttuoso anche per il futuro. Anche vedere antiche cantine del borgo abbandonate e ora di nuovo riattivate dai giovani è un segno della rinascita di Anzi che come consigliere regionale cercherò di promuovere a tutti i livelli.

Inoltre anche il coniugare pubblico e privato è una sfida che la politica deve incrementare per la crescita della nostra Regione, troppo a lungo rimasta ai margini dei Grandi Eventi”.

ANTONIO VERTULLI infine, autore del famoso PRESEPE POLISCENICO, ha illustrato il suo nuovo progetto per ANZI: un laboratorio permanente di ceramica e terracotta che sarà attivato nel Borgo a breve. “Penso che questo laboratorio debba essere specializzato soprattutto nella produzione di ARTE SACRA LITURGICA (Vie Crucis, crocifissi medievali, statue). Voglio trasferire ad Anzi la mia ventennale esperienza ad Assisi. E penso inoltre all’ampiamento del Presepe creato 20 anni fa e ad un nuovo PRESEPE DIFFUSO NEL BORGO, tra le rocce, tra i vecchi edifici, nei vicoli”.

A VERTULLI sarà dedicata una personale di arte della terracotta (arte del presepio e una ventina di ‘copie’ in bassorilievo di terracotta dei più importanti quadri della storia dell’arte: da Van Gogh a Picasso a Carrà a Leonardo con la famosa ‘Gioconda’)

Alla conferenza hanno partecipato anche DUE affermati MARCHI anzesi, che partecipano all’Evento: ALTE VIGNE DEL VAL CAMASTRA (il cui vino ormai è riconosciuto come uno dei più pregiati della Basilicata) e PASSIONE ZAFFERANO (che coltiva proprio ad Anzi il prezioso filamento, 700mila fiori per un chilo di polvere gialla!).

 362 total views,  2 views today