Allo Stadio “Alfredo Viviani”, il Potenza ricomincia alla grande la sua stagione vincendo 1-0 davanti ad un pubblico strepitoso contro la Casertana. 

 Una prestazione convincente degli uomini di Raffaele che soprattutto nel secondo tempo ha messo le corde all’avversario e dimostrando che il campionato di vertice dell’anno scorso è tutt’altro che irripetibile.

Solito 3-4-3 per i padroni di casa: Breza a sorpresa tra i pali; linea difensiva composta da Emerson, Giosa e Sales; a centrocampo Dettori, Iuliano, Viteritti, Coccia; Isgrò, Ferri Marini e Murano a comporre il tridente di attacco. La nuova Casertana targata Ciro Ginestra torna in Basilicata dopo la sconfitta di misura dello scorso anno. La rete della scorsa stagione fu realizzata dal brasiliano Franca, oggi assente insieme a Jukic, entrambi infortunati. Mister Ginestra deve fare a meno di Adamo e Caldore squalificati; Origlia, Cavallini e Zivkov sulla via del recupero ma non convocabili. Scelte praticamente obbligate per Ginestra che nel 3-5-2 proporrà Starita e Castaldo nel duo d’attacco. Zito e Longo saranno le ali esterne.

Il primo tempo è molto equilibrato tra due squadre che sembrano affrontarsi a visto aperto. Il primo brivido lo corre la Casertana con Isgrò che con un tiro-cross anche deviato colpisce la traversa e per poco non beffa Crispino. La grande occasione però capita ai campani al 21′: punizione battuta da Zito che pesca Rainone al centro dell’area a pochi passi dalla porta e colpo di testa del centrale che viene alzato sopra la traversa da un attento Breza. Finale di primo tempo POTENZA 0 CASERTANA 0.

Nella ripresa il Potenza parte subito, molto più aggressivo dei campani e viene premiato al 61′ quanto Murano di testa raccoglie un cross di Igrò e batte Crispino. La Casertana subisce il colpo e fatica a riorganizzarsi e solo D’Angelo va vicino al pari con un tiro dal limite dell’area che sfiora l’incrocio dei pali. Così prima del triplice fischio finale dell’arbitro che sancisce la meritata vittoria dei lucani i falchetti non creano altre occasioni per pareggiare, ma rischiano più volte di subire il raddoppio prima dal sempre vivace Murano e poi da Piccinni. Meritati applausi per i calciatori scesi in campo, domenica prossima il Potenza proverà a replicare sul difficile campo della Ternana.

 536 totale visualizzazioni,  2 oggi