Dopo due vittorie consecutive, il Potenza si arrende a Catanzaro al 95′, in inferiorità numerica, nonostante un match giocato alla pari. Mister Capuano con gli uomini contati al Ceravolo: Conson e Zampa fuori per infortunio, Coppola squalificato e Panico fuori rosa.
Subito lavoro duro il direttore di gara, che è costretto ad estrarre il primo cartellino giallo del match dopo neanche 1′ di gioco: Curiale allarga le braccia e colpisce in pieno volto Cianci. Un’amm

onizione che pesa perché la punta giallorossa era diffidata e salterà la prossima sfida di campionato. Al 6′ la prima chance per gli ospiti: conclusione insidiosa di Coccia da distanza siderale, la sfera schizza sul campo leggermente bagnato e si perde di poco a lato. Risponde Curiale all’11’ con una spizzata di testa, su verticalizzazione di Corapi, Marcone in tuffo respinge compiendo un intervento prodigioso. Il Potenza c’è e si fa vedere con Coccia al 20′, che raccoglie un angolo battuto da Ricci e con il destro al volo calcia in porta: Di Gennaro respinge la sfera. Due giri di lancette dopo è Garufo a rendersi pericoloso, innescato da Di Massimo: Marcone chiude il primo palo, deviando in corner. Al 33′ schema su punizione per i lucani con Bucolo che serve con un filtrante Salvemini il quale conclude in porta con un destro ad incrociare: la sfera sfiora il palo alla destra di Di Gennaro. In avvio di ripresa Evacuo rileva Di Massimo, ma nel contempo il Potenza perde Salvemini, che viene espulso per doppia ammonizione dopo aver rifilato una gomitata a Corapi, terminando anzitempo il match. I padroni di casa ne approfittano e iniziano a mettere alle corde gli avversari: ci prova Corapi al 50′ con una botta dalla distanza che termina altissima. Calabro getta nella mischia Casoli e Carlini alla ricerca della rete del vantaggio. Fazio al 67′ viene pescato da Carlini I padroni di casa le provano tutte: prima la zampata di Curiale su suggerimento di Scognamillo, ancora una volta provvidenziale l’estremo difensore ospite. Poi Casoli sotto porta, ancora una volta devia in corner Marcone. Il forcing dei giallorossi non sortisce gli effetti sperati. Capuano richiama in panchina un esausto Sandri, inserendo Iuliano. La contromossa dei padroni di casa è Porcino per Scognamillo. Nei minuti di recupero la doccia gelata per la formazione di Capuano: Fazio appoggia per Carlini, il quale allarga sulla destra per Casoli: cross basso sul secondo palo per Curiale che controlla e supera Marcone con un delizioso pallonetto. Per il Potenza situazione di classifica preoccupante, la zona tranquilla ora è 4 punti. Sabato alle 12.30 al Viviani arriva il Palermo.

 684 totale visualizzazioni,  4 oggi