Riapre sabato prossimo, 2 agosto, il Parco della Grancia, con le magiche rappresentazioni del cinespettacolo e  attrazioni legate alla storia e alla tradizione della nostra comunità. I Dipartimenti regionali all’Agricoltura e alle Attività Produttive, la Provincia, la Comunità Montana “Alto Basento”, l’ALSIA e l’APT concorrono al buon esito dell’iniziativa

 ma occorre ricordare che la Grancia, oltre a costituire uno degli esempi più importanti di fusione tra spettacolarità, tecnologia e tradizioni, deve il suo successo ai volontari che la sostengono: sono circa trecento “attori” che gratuitamente, s’impegnano ad animare le scene naturali di questo angolo di Basilicata, sacrificando se stessi e le proprie famiglie nella stagione estiva per far vivere il Parco. La Regione – ha detto il Presidente Vito De Filippo – conferma il valore strategico della Grancia nel sistema turistico lucano e intende consolidarne l’assetto funzionale riconoscendo ad essa il ruolo centrale che potrà svolgere nella programmazione ed attuazione del sistema degli attrattori turistici. Perciò ha posto l’attenzione sulle misure da adottare per creare un organismo orientato a queste politiche di sviluppo territoriale.

La sovrapposizione di natura e creatività umana rappresenta il modello più adatto per vendere meglio la Basilicata; una Basilicata – ha aggiunto il Presidente De Filippo – che è diventata più consapevole della valenza delle sue risorse ambientali storiche e culturali, e che deve proporsi all’attenzione della domanda turistica nel rigoroso rispetto delle tradizioni e della storia che l’ha vista sì terra di briganti, ma anche prima zona d‘Italia che ha innalzato la bandiera dell’Unità, aderendo al progetto di Cavour e dei Savoia.

Per l’assessore all’Agricoltura, Roberto Falotico, la Grancia esalta il valore del volontariato su cui si regge l’intera struttura della promozione del territorio e, nello stesso tempo, rappresenta un veicolo privilegiato per la diffusione dei prodotti agroalimentari di eccellenza, tracciati, incanalati nei marchi di qualità. La stagione che partirà sabato 2 agosto si concluderà il 14 settembre. Il Parco verrà aperto ogni sabato e domenica, compresa il giorno di Ferragosto dalle ore 14 alle ore 22,30. Sarà nuovamente attivato lo spazio della falconeria, insieme a quelli dei burattini, del teatro dedicato ai briganti, alle animazioni musicali, alla bellezza dei costumi tipici del tempo. Tre le tipologie di ingresso: 25 euro per fruire di tutti gli spettacoli dalle 14 alle 22,30; 18 euro soltanto per il Cinespettacolo serale e 10 euro per la semplice visita al parco.Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento hanno partecipato, oltre al Presidente De Filippo e all’assessore Falotico, il presidente della Comunità Montana Gerardo Ferretti, il presidente e amministratore delegato della società Iso De Bonis e Dino Quaratino; artisti e volontari.

 

 315 totale visualizzazioni,  2 oggi