A partire da lunedì 6 luglio 2020, il nuovo Polo Bibliotecario di Potenza in cui sono confluite la Biblioteca Nazionale e la Biblioteca Provinciale di Potenza, apre al pubblico, con alcune limitazioni, i servizi di consultazione e prestito locale, in sede, per gli iscritti alla Biblioteca. L’accesso a questi servizi, nella nuova sede di Santa Maria, va prenotato online sul sito dell’Istituto: www.bnpz.beniculturali.it. Le opere richieste in lettura o prestito dovranno essere prenotate, previa iscrizione online alla Biblioteca, tramite la compilazione di un modulo.

Abbiamo deciso di aprire gradualmente, appena le condizioni lo hanno consentito, alcuni servizi al pubblico – ha evidenziato Anna Maria Pilogallo, direttore del Polo Bibliotecario di Potenza, per rispondere al disagio creato dalla chiusura forzata di tutte le biblioteche della città e perché comprendiamo il dispiacere degli utenti che improvvisamente hanno visto venir meno anche i luoghi della cultura in un momento di crisi globale causata dall’emergenza sanitaria trasformatasi in breve tempo nella peggiore pandemia dei nostri tempi moderni.

Per quanto riguarda il nuovo Polo Bibliotecario di Potenza, che non è stato ancora inaugurato – ha aggiunto Pilogallo – dal 6 luglio Luglio saranno riattivati i servizi di prestito locale e consultazione in sede (entrambi su prenotazione) e successivamente (se le condizioni sanitarie lo consentiranno) gli altri servizi bibliotecari, in modo da aderire alle linee guida di tutte le biblioteche presenti sul territorio nazionale.

I servizi di consultazione e prestito locale vengono aperti in questa prima fase in via sperimentale per 20 utenti al giorno (10 la mattina e 10 il pomeriggio) nei seguenti orari:

Dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 13 e dalle 14,30 alle 17,30.

Sabato dalle 9,30 alle 13.

Per evitare spostamenti non necessari, prima di recarsi in Biblioteca è indispensabile controllare sulla propria mail la comunicazione dell’ufficio in cui è confermata la disponibilità per il ritiro o consultazione dei volumi richiesti. Dopo la restituzione i volumi verranno imbustati e messi in quarantena per 7 giorni. All’entrata all’utenza sarà rilevata la temperatura – nel caso in cui essa risulti superiore a 37,5° sarà precluso l’ingresso – e potrà accedere solo se munita di mascherina che dovrà indossare per tutta la permanenza nell’Istituto.

 490 total views,  1 views today