Il Potenza batte a domicilio il Catanzaro per 0-2 nel big match del girone C, e si conferma al primo posto in classifica.     

 CATANZARO – POTENZA 0-2

Il Potenza batte a domicilio il Catanzaro per 0-2 nel big match del girone C, e si conferma al primo posto in classifica. Novità in formazione per mister Raffaele: tornano dal primo minuto Silvestri, Murano e Ferri Marini.

Il primo tempo inizia subito in salita per i giallorossi: Riggio si fa sorprendere da Murano, il numero 11 si trova a tu per tu con Di Gennaro e calcia verso la porta, trovando però la respinta del portiere giallorosso. Al 18′ sono le Aquile a sfiorare il vantaggio: Nicastro, servito da Celiento, stoppa di petto e si avvia a tu per tu con Ioime, che riesce poi a bloccare la sfera. Tre minuti dopo, ancora brivido per il Potenza: sugli sviluppi di un corner, il pallone arriva a Riggio, che a pochi passi dalla porta colpisce di testa a botta sicura, beccando però il legno superiore. Il Catanzaro è aggressivo, ma trova di fronte a sé una retroguardia molto attenta. L’esatto contrario di quella giallorossa, che al 38′ confeziona la rete ospite: Riggio allontana ingenuamente nella zona centrale del limite, il pallone arriva a Ferri Marini che vede Di Gennaro fuori dai pali e sfodera di prima un preciso tiro dai venti metri. La ripresa inizia con un Catanzaro che prova a gestire il match con uno sterile possesso palla, a dispetto del Potenza che sfiora il raddoppio: al 50′, Ferri Marini supera Maita, penetra in area e serve Murano, che piazza un tiro in porta facile da neutralizzare per Di Gennaro. Minuto 56, occasionissima per le Aquile: Statella dalla destra prova a mettere in mezzo, Ricci respinge e il pallone arriva a Celiento, il quale sfodera una potente conclusione dal limite che viene deviata di poco sopra la traversa. Da questo momento Potenza più organizzato e cinico degli avversari. Al 58′, Ferri Marini approfitta di un clamoroso buco difensivo e prova il tiro verso la porta: Di Gennaro, però, è sulla traiettoria e controlla il pallone. Dieci minuti dopo, ecco il raddoppio dei lucani: Ferri Marini supera Statella sull’out mancino e mette in mezzo per l’accorrente Ricci, lasciato libero dal centrocampo di colpire a rete. Il resto del match è ordinaria amministrazione per il Potenza, che contiene senza problemi gli attacchi dei padroni di casa.