Il circolo SEL (sinistra ecologia libertà) di Potenza, attraverso una nota congiunta del segretario cittadino Roberto Rizzi e del componente del coordinamento  Antonio D’Andrea (nonchè operaio della sata di Melfi), esprimono piena solidarietà ai tre operai Giovanni Barozzino, Antonio Lamorte e il concittadino Marco Pignatelli per la sentenza del Tribunale di Melfi.

Pur rispettando la sentenza, spiega Rizzi, riteniamo paradossale il fatto che pur avendo accertato che non ci fù alcun  sabotaggio da parte dei tre lavoratori, la sentenza sancisce, inoltre, che non vi è stata condotta antisindacale da parte della FIAT.

Condividiamo in pieno le dichiarazioni del coordinatore regionale Petrone, e riteniamo che a questa faccenda ci sia una sola via d’uscita: rintegrare nel proprio posto di lavoro Giovanni, Antonio e Marco. Auspichiamo che la FIAT faccia marcia indietro e che modifichi il suo atteggiamento, garantendo nei fatti il diritto al lavoro e la difesa della tutela sindacale dei lavoratori.

Come lavoratore e come padre di famiglia mi sento umanamente vicino ai tre compagni licenziati , continua D’Andrea e come componente di Sinistra Ecologia Libertà sono convinto, che il circolo di Potenza saprà dare il suo umile contributo al fianco dei lavoratori fiat e della fiom cgil.

 398 totale visualizzazioni,  6 oggi