melfi_pan_est

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nasce a Melfi un polo scolastico all’americana, per riunire tutti gli istituti superiori e integrare la normale attività didattica con laboratori, aule speciali e strutture sportive. Il progetto dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Edilizia Scolastica della Provincia di Potenza è stato illustrato  nella sala della Giunta Provinciale, nel corso di un incontro a cui hanno preso parte, il presidente della Provincia di Potenza, Sabino Altobello, l’assessore provinciale alla Pubblica Istruzione, Domenico Vita, l’assessore provinciale alle Politiche per il lavoro, Alfonso Salvatore, il dirigente del settore Edilizia Scolastica, Enrico Spera, il sindaco e l’assessore alla Cultura del comune di Melfi, Enrico Navazio e Giuseppina Carbone, i dirigenti scolastici dell’Istituto Alberghiero, Michele Corbo, del liceo artistico, Vincenzo De Paolis, dell’Itcg “Gasparrini”, Donato Santomauro, dell’Itis e Ipsia, Giovanni Gruosso, e il docente del Liceo scientifico, Aldo Libutti.

L’ipotesi progettuale è stata sviluppata grazie alla favorevole collocazione di gran parte degli edifici ove hanno sede le scuole dell’obbligo e secondarie della città, che si trovano nella stessa area urbana, e che pertanto possono essere ripensati e potenziati a vantaggio dell’organizzazione dell’attività didattica, dell’efficienza dei melfi_su_scuoleservizi connessi alla fruizione da parte degli utenti e del miglioramento delle condizioni di sicurezza sociale. La proposta, che ha raccolto i consensi di tutti i presenti, prevede il trasferimento dell’Istituto Alberghiero (convitto escluso) nell’attuale sede dell’Ipsia, per la cui ricostruzione si attende il parere conclusivo della Regione Basilicata che darà il via ai lavori finanziati, per complessivi tre milioni di euro, poiché inclusi nelle opere considerate strategiche e sismicamente vulnerabili da parte dello Stato. Studenti e docenti dell’Ipsia si sposteranno, invece, grazie all’ampliamento dell’edificio scolastico adiacente, nel plesso che attualmente ospita l’Istituto Tecnico Industriale, col quale possono condividere, oltre che il capo d’Istituto, anche i moderni laboratori meccanici appena ultimati dalla Provincia, mentre il Liceo Artistico occuperà, quale sede definitiva, una porzione del prestigioso stabile “Gasparrini”, in cui sono in corso i lavori di restauro appaltati dalla Provincia di Potenza con stanziamento finanziario di 1,3 milioni di euro. L’ambizioso programma d’intervento, per il quale l’Amministrazione Provinciale ed il Comune hanno deciso di lavorare in sinergia con entusiasmo, si completerà con la realizzazione di aule didattiche, laboratori e infrastrutture speciali, tali da rendere la “cittadella” un centro d’eccellenza per la città e l’intero ambito territoriale. Per la realizzazione del campus, oltre ai fondi già disponibili, si sono ottenuti ulteriori stanziamenti regionali, tanto da portare ad oltre cinque milioni gli euro già pronti, mentre altre sponde finanziarie potranno costituire oggetto della prossima programmazione da parte dell’Amministrazione Provinciale. “Si tratta – ha affermato Vita – di un tentativo di rimediare ai problemi creati in passato dall’assenza di una programmazione seria e di lungo periodo. Creare una sorta di campus nel territorio di Melfi, caratterizzato da una popolazione scolastica di oltre 2600 iscritti, peraltro in costante crescita, significa inserire i problemi della scuola in una prospettiva di ampio respiro”. “Il limite e l’abitudine di pensare solo al presente, tamponando l’emergenza – ha ribadito Altobello – hanno prodotto un impoverimento progressivo che si può contrastare con idee strategiche di questo tipo, in grado di creare convergenza tra Provincia e territorio e, soprattutto, di qualificare i processi e gli spazi dedicati all’educazione e all’apprendimento”. Positivo sia il giudizio dei presidi che quello del sindaco di Melfi, il quale ha dichiarato il proprio interesse a partecipare attivamente alla programmazione, rendendo spediti i procedimenti amministrativi e di pianificazione di competenza comunale, affinché, poste nella disponibilità della Provincia le aree libere e la viabilità fra i plessi scolastici, le attrezzature esistenti nell’area siano rese fruibile a tutti i cittadini. L’appuntamento per una prima verifica è fissato per la fine del mese di novembre, quando la proposta verrà presentata pubblicamente.

 352 totale visualizzazioni,  2 oggi