pertusillo-con-airone-1La Regione Basilicata ha invitato formalmente gli oltre 30 enti pubblici che hanno una debitoria nei confronti del Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto ad attendere agli impegni secondo quanto previsto dai protocolli d’intesa. La richiesta è venuta dall’assessore regionale all’Agricoltura, Gaetano Fierro, che nel pomeriggio ha presieduto, nel Palazzo della Regione di Matera, un incontro al quale hanno preso parte oltre al dirigente generale del Dipartimento Agricoltura, Rocco Rosa, il presidente del Consorzio di Bonifica, Angelo Carriero, gli Enti interessati e le organizzazioni professionali agricole. I crediti vantati dal Consorzio di Bonifica ammontano a circa 2,7 milioni di euro e sono già in corso contenziosi con gli Enti che pur usufruendo dei servizi non provvedono da anni ai dovuti pagamenti. A tal proposito l’assessore Fierro ha fatto presente che l’iniziativa della Regione rientra nell’accordo stipulato lo scorso gennaio con le organizzazioni agricole per affrontare la crisi del settore primario lucano. Relativamente ai Consorzi si è aperta dal punto di vista amministrativo una fase tesa al loro rilancio, infatti la Regione ha approntato il nuovo modello organizzativo. Per quanto riguarda, invece, i problemi economici la situazione è difficile “per questo la Regione Basilicata- ha dichiarato Fierro- ha dato la massima disponibilità al Consorzio per far sì che la debitoria rientri Il nostro è un segnale politico preciso per coloro che devono attendere agli impegni. Chi gode di un beneficio, specie se è un ente pubblico- ha ammonito Fierro- deve con serietà e rigore adempiere gli obblighi e salvaguardare i principi di legalità. La situazione che si è creata in questo caso non è più rinviabile e rappresenta un cattivo esempio di come alcune volte nella Pubblica amministrazione si lasciano andare avanti le cose in maniera lassista”. Per tali motivi l’assessore, ha dato la massima disponibilità al Consorzio sia dal punto di vista istituzionale sia tecnico da parte degli Uffici Dipartimentali. Ha inoltre chiesto ufficialmente al Consorzio e agli Enti coinvolti di trovare un accordo, caso per caso, per risolvere la problematica. In tale azione ha chiesto l’interessamento delle Organizzazioni professionali agricole. Nel caso non si giunga ad alcun risultato positivo ha invitato il Consorzio di Bonifica ad attivare in modo drastico tutte le procedure dovute per il rientro delle somme. L’assessore ha quindi fatto presente che riconvocherà il tavolo tra due mesi per fare il punto della situazione. Dal canto suo il presidente del Consorzio Carriero si è impegnato a convocare gli incontri con le varie amministrazioni. Ha infine ricordato che il 31 maggio è il termine ultimo per aderire al Piano di rateizzazione per i privati che hanno debiti pregressi.

 310 totale visualizzazioni,  2 oggi