Esaminate dalla prima Commissione consiliare (Affari istituzionali) le domande pervenute relative alle nomine e alle designazioni di competenza del Consiglio regionale riguardanti gli avvisi pubblicati sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata n. 16 del 14 maggio 2014.

L’organismo consiliare, presieduto da Vito Santarsiero (Pd), ha espresso parere favorevole all’unanimità sulla quasi totalità degli elenchi tranne che per quelli riguardanti il Corecom, l’Ardsu (approvati a maggioranza con il solo voto contrario di Perrino –M5s) e l’Arpab (approvato a maggioranza con la sola astensione del consigliere Perrino).

Pervenute circa 960 proposte di candidatura per 21 enti. Si tratta, precisamente, dei componenti della Commissione regionale per le parità e le pari opportunità tra uomo e donna (21 su 36 le istanze ammesse), i componenti del Corecom (67 su 136), i rappresentanti regionali nel Comitato misto paritetico sulla regolamentazione delle servitù militari (23 su 26), gli amministratori unici dell’Ater di Potenza (67 su 69) e di Matera (56 su 59), i rappresentanti regionali nei Comitati Provinciali di Indirizzo per l’Edilizia Residenziale Pubblica di Potenza (45 su 46) e Matera (32 su 34), i componenti della Commissione Regionale dell’immigrazione (27 su 28), gli esperti delle Commissioni Provinciali Espropri (16 su 19), del Comitato Scientifico regionale per l’Ambiente (33 su 40) e della Commissione regionale per la tutela del paesaggio (62 su 66), il direttore dell’Arpab (6 su 46), i rappresentanti nei Consigli di aiuto sociale presso i capoluoghi di ciascun circondario dei Tribunali regionali (10 su 12), gli esperti del Comitato consultivo per la programmazione culturale (36 su 39), il presidente dell’Ente Parco Naturale Gallipoli Cognato – Piccole Dolomiti Lucane (nessuna istanza ammessa su 42 presentate perché, in questo caso, non è prevista l’autocandidatura), i rappresentanti regionali e il presidente dell’Ardsu (58 su 103), i rappresentanti regionali nelle Commissioni miste conciliative dell’Asp (10 su 10) e dell’Asm (6 su 6), i rappresentanti regionali nel Comitato consultivo regionale delle professioni (17 su 19), il rappresentante regionale nel Comitato regionale Inps della Basilicata (62 su 66), un componente della Sezione regionale di controllo per la Basilicata della Corte dei Conti (52 su 59).

Spetta, ora, al Consiglio regionale il compito di effettuare le designazioni.

 426 totale visualizzazioni,  2 oggi