Definizione della attività per la messa in sicurezza dell’Ospedale di Tinchi di Pisticci e riorganizzazione delle prestazioni. Sono stati questi gli argomenti del tavolo tecnico che si è riunito  presso l’Asm di Matera, su convocazione del Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella.

 

Oltre a Pittella hanno, tra gli altri, preso parte all’incontro: l’assessore alla sanità Flavia Franconi, i consiglieri regionali Luigi Bradascio e  Roberto Cifarelli, il sindaco di Pisticci Vito Di Trani, il direttore generale del dipartimento Salute Donato Pafundi e  il direttore generale dell’Asm Rocco Maglietta. Nel corso dell’incontro il direttore Maglietta ha messo in evidenza la necessità non più rinviabile, emersa anche alla luce dello studio effettuato dall’Università di Basilicata, di eseguire gli interventi, tra cui: l’abbattimento del terzo piano e il consolidamento statico degli altri. A fronte della richiesta dell’Asm di ulteriori risorse, oltre a quelle già previste, il presidente Pittella ha assicurato la disponibilità di 850 mila euro.  Nel corso dell’incontro si è anche preso atto dell’opportunità di avviare, con le procedura di massima urgenza, tutte le attività tecniche ed amministrative necessarie e della necessità di sospendere alcune prestazioni per 10 – 12 mesi. Sulla base delle richieste emerse durante l’incontro il direttore generale Maglietta si è impegnato ad avviare le procedure di affidamento delle attività riabilitative e di avvalersi di istituzioni pubbliche per la predisposizione degli atti per la gara per la costruzione della nuova dialisi. Si è anche convenuto di trasferire temporaneamente, presso locali concessi in comodato d’uso gratuito dal Comune di Pisticci alcune attività ambulatoriali, ad eccezione della diagnostica radiologica e di laboratorio che vengono trasferite presso il presidio di Policoro. Nelle more della costruzione della nuova dialisi, con oneri a carico dell’Asm, i pazienti in trattamento emodialitico a Tinchi verranno sottoposti a medesimo trattamento presso il presidio di Matera. Si è anche convenuto che la superficie complessiva dell’ospedale resterà  sostanzialmente immutata a seguito della costruzione della nuova dialisi, fuori dagli attuali ambienti e dopo il trasferimento delle attività distrettuali presso la sede del Comune di Pisticci. L’Asm si è impegnata ad assicurare settimanalmente un cardiologo per l’erogazione del servizio di ecocardiografia. Le operazioni di trasferimento delle attività ambulatoriali dovranno  concludersi entro il 14 luglio 2014, gli atti per l’ individuazione del soggetto realizzatore del servizio di nuova dialisi entro il 30 settembre 2014. Per la stessa data dovrà anche essere pubblicata la gara per l’affidamento delle attività riabilitative. Il tavolo tornerà a riunirsi ad ottobre per monitorare l’andamento del crono programma fissato.

 

 409 totale visualizzazioni,  2 oggi