E’ con grande soddisfazione che l’Anci Basilicata, per nome del suo Presidente facente funzioni Fernando Picerno, accoglie l’accordo sancito dalla Conferenza Stato-Città sull’obbligo per i Comuni di ricorrere alle Centrali uniche di committenza.    

Nel dettaglio, è stato approvato un documento concordato governo-enti locali che posticipa l’entrata in vigore della norma, contenuta nella spending review. Si rimanda così al 1° gennaio 2015 l’applicazione della norma per l’acquisto di beni e servizi da parte delle amministrazioni e al 1° luglio 2015 l’applicazione di quella riguardante gli appalti dei lavori pubblici. Inoltre, si stabilisce che nel frattempo gli atti compiuti dai Comuni sono fatti salvi e si dà indicazione all’Autorità di vigilanza sui lavori pubblici di rilasciare i Cig (Codici identificativi gara).

 404 totale visualizzazioni,  2 oggi