T.R.I.G.G.E.R. “Technology-Related Innovation to Generate Growth, Employment and Returns in the agribusiness sector”

Si è svolta oggi, mercoledì 6 novembre 2019, presso Cobiz Coworking, Centro Direzionale Rossellino, in via della Tecnica n. 24 a Potenza la conferenza stampa durante la quale è stato presentato il progetto “T.R.I.G.G.E.R” alla presenza di Francesco Genovese, amministratore di Ninetek, società capofila del progetto, Stefania Cafaggi, tutor Fmts experince e Andrea Molinari di Fmts experince.

T.R.I.G.G.E.R., è un tirocinio finanziato dall’Unione Europea e rientrante nell’ambito del programma Erasmus Plus, che intende inserirsi nelle sfide occupazionali, sociali, economiche e produttive della Basilicata favorendo l’istituzionalizzazione di un partenariato nazionale ed internazionale con l’obiettivo di creare un contesto di sviluppo e supporto all’occupazione dei giovani lucani, alla diffusione tecnologica nel sistema produttivo agroalimentare ed agroindustriale locale ed aumentare l’internazionalizzazione della Regione come sistema integrato ed inter istituzionale, sulla scia della nomina di Matera a Capitale Europea della Cultura 2019.

T.R.I.G.G.E.R. propone la mobilità di 70 giovani neodiplomati negli anni scolastici 2018/19 e 2019/20 in ambito agrario e tecnico presso Istituti scolastici della Regione Basilicata, che abbiano conseguito la maturità da non più di 12 mesi e che avranno modo di svolgere un periodo di tirocinio di 60 giorni (più due di viaggio) in Irlanda, in Regno Unito, in Francia, a Malta, in Spagna, formandosi in una delle seguenti figure professionali:

– Tecnico Software

– Operatore Agricolo

Con il presente Bando di selezione è prevista l’assegnazione di n.15 Borse di Mobilità, così ripartite:

– n. 5 Borse di Mobilità per IRLANDA;

– n. 10 Borse di Mobilità per FRANCIA.

Secondo Francesco Genovese, “T.R.I.G.G.E.R. rappresenta un’opportunità importante non solo per entrare in contatto con il mondo produttivo ma anche per approfondire la conoscenza di una lingua straniera. Nello specifico essendo il progetto fondato sulle innovazioni tecnologiche nel settore agro industriale vi è l’auspicio che i tirocinanti una volta rientrati in Italia possano rispendere la loro esperienza sul territorio, avviando un’attività lavorativa coerente con quanto appreso durante l’esperienza all’estero.

La proposta di questo progetto da parte di Ninetek, che opera da anni nel campo agroalimentare proponendo soluzioni innovative per favorire lo sviluppo delle piccole e medie imprese – ha continuato Genovese -, nasce dalla consapevolezza del crescente bisogno di figure che possano maturare un’esperienza elevata delle nuove conoscenze legate a processi, nuovi prodotti alimentari, impianti innovativi, e utilizzo degli strumenti informatici applicati al comparto agricolo (I.C.T. e industria 4.0), per trasferire tale bagaglio culturale alle imprese presenti in Basilicata.

Il tutto al fine di accrescere la competitività e promuovere lo sviluppo economico dell’intera regione perché crediamo fermamente che i giovani lucani abbiano tutte le potenzialità necessarie ad emergere ed eccellere in questo contesto produttivo”.

Per Stefania Cafaggi è un’occasione da cogliere al volo per i ragazzi interessati in quanto il progetto Erasmus fornisce l’occasione di mettersi in gioco e di formare un bagaglio culturale, professionale e di vita necessario ad affrontare il futuro lavorativo.

Oggi più del C.V. la vera differenza la fa l’esperienza – secondo Cafaggi – che non può prescindere, tra e altre cose, dalla conoscenza di una nuova lingua. Sono a completa disposizione per il supporto organizzativo per i ragazzi durante tutta la fase prodromica alla presentazione della domanda che scadrà il prossimo 6 dicembre”.

Le domande potranno essere presentate a far data da oggi, mercoledì 6 novembre 2019, scaricando la modulistica completa presente sul sito www.erasmus-trigger.eu, sulla pagina Facebook, Erasmus Trigger, per qualsiasi informazioni gli utenti potranno contattare il numero 3939116329.