“Tutelare i lavoratori del TPL significa operare con attenzione per governare tutte le imprevedibili fasi che si stanno determinando con la criticità indotte dal Coronavirus. Dovendo decidere su questioni che afferiscono all’uso di risorse pubbliche destinate al trasporto, abbiamo il dovere di agire con oculatezza ed equilibrio nell’interesse di tutti: cittadini, lavoratori e aziende. Nessuno ci perdonerebbe, in questo periodo di austerità, errori macroscopici che avrebbero come risultato autobus vuoti e diseconomie per la Regione”.

E’ quanto dichiara l’assessore alle infrastrutture e mobilità Donatella Merra.

“Tutte le valutazioni, che hanno dato corpo all’ordinanza del governatore Bardi che riduce i servizi del trasporto pubblico locale – continua Merra –  sono frutto di una stretta sinergia che in questi giorni ha visto gomito a gomito l’assessorato alle infrastrutture e mobilità, l’ufficio trasporti e l’ufficio di Gabinetto del presidente Bardi. In nessun momento –aggiunge l’assessore- abbiamo messo da parte i temi che afferiscono la salute dei lavoratori. Trasporti, sanità e attività produttive confluiscono, in questo delicato momento, in un unico sforzo corale dei vari assessorati, tutto proteso ad affrontare e superare le criticità legate all’emergenza.

L’ordinanza presidenziale, unico strumento con il quale si poteva dar forma a questo importante provvedimento, rappresenta quindi la sintesi perfetta di una azione di governo condivisa che prende forma grazie alla guida attenta del presidente Bardi e all’apporto fattivo di ogni dipartimento.  Anche i sindacati di settore nell’interesse dei lavoratori – conclude l’assessore Merra- si uniscano, con proposte fattive, al nostro sforzo corale per salutare poi, nell’interesse di tutti, il superamento di questa delicata fase di emergenza”.

 163 total views,  2 views today