Se dovessimo oggi raccontare l’esperienza di una campagna elettorale affrontata spalla a spalla con il Sindaco De Luca potremmo solo dire che quella è stata una esperienza entusiasmante.  

“L’aria davvero era buona” (per citare l’amico Gianfranco Blasi) ma era buona soprattutto perché era un vento di rinnovamento portato da ragazzi che auspicavano nel cambiamento, nella trasparenza, nella “giustezza” delle scelte politiche, operate solo per ridare alla città di Potenza la dignità politica che merita!

Invece oggi, la lista civica “Per la Città”, che insieme alla coalizione ha fatto eleggere un Sindaco di centro destra, vive un incubo, il peggiore.

A distanza di quasi due anni ci chiediamo: ma a Potenza l’8 giugno 2014 ha vinto il centro destra? Ha vinto il rinnovamento? Se così è perché siamo ripiombati nelle dinamiche della spartonza, dei posizionamenti, dell’essere attaccati alla poltrona?

Invece di mettere la parola fine a quel modus operandi fatto di spartizione del potere che ha caratterizzato le precedenti amministrazioni del Capoluogo, il Sindaco De Luca, venendo meno a tutti gli impegni elettorali, lo ha di fatto alimentato, tentando di coinvolgere forze politiche e civiche che tali metodi hanno da sempre abiurato.

Non si tratta di gridare ‘al tradimento delle aspettative degli elettori’ ma di voler evitare al Sindaco l’ulteriore imbarazzo di continuare a governare con quella parte politica che egli stesso ha detto di voler estirpare, perché, in buona fede, riteniamo che De Luca avverta, quantomeno, il disagio di questa scelta politica.

Auspichiamo con il nuovo anno che il Sindaco compia l’unico vero atto “per il bene della città”: le Sue dimissioni per tornare a ridare voce ai Cittadini! Certo sarebbe più dignitoso che continuare in questa pantomima di corteggiamento Pitteliano in attesa del placet!

È tempo di saldi: fuori tutto a Potenza a iniziare dal Sindaco continuando con la sua Giunta farlocca delle larghe intese che riguardano, alla fine, sempre i soliti capicorrente che questa città l’hanno deturpata e messa in ginocchio.

 185 totale visualizzazioni,  2 oggi