La firma dell’Accordo di Programma tra Prefettura di Potenza e l’UNICEF Italia per il rafforzamento della Rete territoriale per la difesa e la tutela dei bambini e gli adolescenti è molto importante per la scuola lucana che deve continuare a essere luogo di aggregazione è punto di riferimento delle Istituzioni.

Lo ha dichiarato il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, nel corso della  cerimonia della firma dell’Accordo di Programma che si è svolta questa mattina presso il Teatro Stabile di Potenza.

“La didattica in presenza – ha osservato Bardi – è importante soprattutto per i più piccoli che hanno bisogno di stare insieme. I nostri giovani hanno vissuto un momento difficile durante il lockdown. Grazie al protocollo che si firma oggi le istituzioni potranno impegnarsi ancora di più per rafforzare la centralità della scuola, da vivere con le dovute precauzioni, per far dimenticare agli studenti quel senso di solitudine vissuto da marzo scorso.   I Presidenti delle Regioni sono in costante contatto col Governo anche su questi temi e l’orientamento che sinora è prevalso è di andare avanti in presenza rafforzando nei giovani la consapevolezza che bisogna essere uniti nell’adottare tutte le forme di precauzione. Siamo consapevoli che stiamo chiedendo un sacrificio che cambia abitudini e modi di vivere, ma la vera forza di ogni battaglia è data dal gioco di squadra. Se l’emergenza imporrà nuove limitazioni – ha annunciato Bardi – queste saranno rivolte agli istituti delle classi superiori poiché avranno un riflesso diretto sul decongestionamento del trasporto scolastico, vero grosso problema di questa emergenza in tutt’Italia. La firma del protocollo di oggi è quindi un atto di fiducia verso i giovani e la scuola in questa difficile lotta che deve vederci tutti impegnati”.

 668 totale visualizzazioni,  2 oggi