primo Incontro con l’Unione Camere Penali Italiane: ospite al Liceo Pasolini la Dott.ssa Anna Gloria Piccininni, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Potenza-Direzione Distrettuale Antimafia

comunicato stampa Pasolini 23 dicembre 2020

Anche quest’anno, nonostante la Didattica a Distanza, come consuetudine ormai consolidata, la Camera Penale Distrettuale di Basilicata è stata ospite del Liceo Scientifico “Pier Paolo Pasolini” di Potenza per parlare del percorso sulla legalità attraverso i principi costituzionali e lo farà anche nel corso del 2021 con altri tematici appuntamenti. Il tutto si è inserito nell’iniziativa proposta dal Ministero dell’Istruzione all’Unione delle Camere Penali Italiane per le classi dell’ultimo triennio delle scuole secondarie di secondo grado.

Graditissima ospite del primo incontro, tenutosi presso l’Aula Magna del Liceo Pasolini di via Anzio a Potenza, la Dott.ssa Anna Gloria Piccininni, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Potenza-Direzione Distrettuale Antimafia, che ha affrontato nei confronti delle classi quinte dell’Istituto, collegate on-line, le tematiche delicate e “scottanti” riguardanti l’ampio tema della giustizia. Presente all’incontro, dopo l’introduzione del Dirigente Scolastico prof. Giovanni Latrofa che ha ricordato l’importanza consolidata di questo percorso all’interno delle attività dell’Istituto, l’Avv. Shara Zolla referente del Progetto MIUR per la Basilicata e per il Liceo la prof.ssa Antonietta Comodo.

«Abbiamo raccontato ai giovani di oggi il mondo della criminalità organizzata guardando al particolare regime del 41 bis ed alla figura del collaboratore di giustizia, in pratica i due opposti – ha spiegato l’Avv. Shara Zolla – quasi 200 studenti collegati non si sono sottratti al confronto con il Sostituto Procuratore della Repubblica- Direzione Distrettuale Antimafia, Dott.ssa Anna Gloria Piccininni. Gli studenti hanno espresso con vivacità le proprie idee sul sistema legale italiano. La speranza è di poter condurre le nuove generazioni ad interrogarsi su ciò che accade attorno – prosegue l’Avv. Zolla – sulle conseguenze di un gesto e di un comportamento affinché siano liberi di scegliere con consapevolezza chi essere, senza essere condizionati dai luoghi comuni. Come di consueto affronteremo nei prossimi incontri mensili il diritto di difesa, il principio di non colpevolezza, l’art. 111 della Costituzione e la funzione della pena – prosegue Zolla – i nostri giovani hanno il diritto di comprendere e conoscere le motivazioni di quel che accade nella vita reale, lontani dalle ricostruzioni di mass media che invece sono sempre alla ricerca di “verità popolari” da portare alla gogna mediatica. Vorrei ringraziare – conclude il referente del progetto MIUR per la Basilicata – il Dirigente Scolastico, l’Avv Giovanni Latrofa e la Prof.ssa Antonietta Comodo ed un grazie speciale ai quasi 200 alunni virtualmente presenti che hanno lanciato una nuova sfida».

 1,612 totale visualizzazioni,  2 oggi