Dalle dighe lucane arrivano buone notizie; le abbondanti precipitazioni dei giorni scorsi hanno scongiurato il rischio dighe a secco

Le abbondanti nevicate  dei giorni scorsi, se da un lato hanno creato disagi alle popolazioni, dall’altro hanno contribuito a riempire le dighe lucane dopo la gravissima siccità della scorsa estate.
L’Autorità di Bacino ha reso noti i dati relativi ai sei invasi lucani raccolti lo scorso 24 febbraio e confrontati con quelli del 24 febbraio 2008.Complessivamente gli invasi lucani contengono circa 500 milioni di metri cubi d’acqua,con un aumento di 230 milioni rispetto allo stesso giorno dell’anno passato.
In particolare è raddoppiata la quantità d’acqua della diga di Montecotugno: vi sono oggi 250 milioni di metri cubi (ne conteneva lo scorso febbraio 126,2 milioni); la diga del Pertusillo, nella val d’Agri, registra un volume invasato netto di 117,5 verso i 45,6 di un anno fa e la Camastra è a 22,1 rispetto a 17,8.
Quanto ai dati sulla diga del Basentello, vi erano 19,8 milioni di metri cubi, oggi siamo a 26,9. Infine San Giuliano : 82,7 milioni rispetto a 58,5. Sempre vuota Gannano.
 

 

 

 

 575 totale visualizzazioni,  2 oggi