Mancano solo pochi giorni per iscriversi alla Master Class di batteria con il musicista Agostino Marangolo. Sabato 15 ottobre dalle 11,00 alle 19,00 nella sede della Tumbao School, in viale del Basento 118,

avrà inizio il corso con una delle personalità più importanti del panorama musicale italiano. Potranno iscriversi tutti gli aspiranti batteristi, a partire dagli 11 anni di età, che abbiano già avviato un percorso di studio e sviluppato un’esperienza in formazioni o gruppi musicali. La Master Class è aperta sia agli allievi interni della Tumbao, che agli esterni, i quali dovranno presentarsi alle 10,30, se dovranno sostenere la prova nella mattinata, o alle 14,30, se nel pomeriggio.

Gli iscritti frequenteranno la Master Class che si terrà nel corso dell’anno, con lezioni mensili suddivisi in due corsi, base e avanzato. Il programma si propone di fornire una preparazione specifica per facilitare l’inserimento del batterista nel mondo del lavoro. La batteria “protagonista” e la batteria “strumento” al servizio della canzone saranno i ruoli analizzati dal musicista catanese, passando in rassegna tutti gli stili musicali. Gli allievi, inoltre, si cimenteranno con la registrazione di brani di musica d’autore e pop italiano, nello studio situato presso la sede dell’associazione, sperimentando in tal modo l’atmosfera di una reale situazione di lavoro come session man.

“E’ una grande opportunità confrontarsi con un grande della musica italiana, ha sostenuto il presidente della Tumbao, Toni De Giorgi. La Master Class con Agostino Marangolo offrirà una chance in più a tutti coloro che sognano di entrare nel mondo della musica, approfondendo tecniche e metodologie. Per questo, ha proseguito De Giorgi, la Tumbao ha inserito nella propria programmazione didattica un corso specifico con Marangolo, cui verranno affiancati i maestri che già operano nella nostra scuola, Antonello Ruggiero e Valerio Lotito”.

Agostino Marangolo, musicista eclettico, si è distinto nei più vari generi musicali: sia nel campo jazzistico che in quello leggero, sia nel rock che nelle colonne sonore. Con i “Goblin” ha inciso le colonne sonore dei film “Profondo Rosso” e “Suspiria” per Dario Argento e “Zombie” per George C. Romero, lavori in cui emerge anche come compositore. Ha lavorato con Pino Daniele come session man, affiancato da musicisti del calibro di Alphonso Johnson (bassista dei Weather Report), Mel Collins (sassofonista dei King Crimson e dei Clannad) e Nanà Vasconcelos. Ha partecipato al progetto “New Perigeo”, a cura del contrabbassista Giovanni Tommaso, collaborando con Danilo Rea, Maurizio Giammarco e Carlo Pennisi. Nell’ambito della musica leggera italiana, ha suonato per Angelo Branduardi, Irene Grandi, Neri per Caso, Niccolò Fabi.

 218 totale visualizzazioni,  2 oggi