Bufera Berlusconi-D’alema: da Potenza, dove si trova per appoggiare la candidatura a sindaco dell’onorevole Giuseppe Molinari,il ministro Bondi esprime la piena solidarietà del pdl al Premier. E su D’alema afferma “in questa occasione avrebbe avuto la possibilità di dimostrarsi un vero leader politico, capace di avere a cuore gli interessi del Paese… Ancora una volta D’Alema ha dimostrato di essere sempre al di sotto delle aspettative”.

Il ministro per i Beni Culturali nonché coordinatore del PDL  Sandro Bondi, a Potenza per appoggiare la candidatura a sindaco del capoluogo lucano dell’on. Giuseppe Molinari, a poche ore dalla bufera scatenata dalle notizie apparse sul  “Corriere della Sera” relative all’inchiesta di Bari che vede coinvolto il Presidente Berlusconi, difende il Premier, ed esprimendo  la solidarietà del Pdl   asserisce “Noi non ci arrenderemo.D’Alema e i nostri avversari sappiano che non cederemo mai a queste intimidazioni e a queste aggressioni nei confronti del presidente del Consiglio: non cederemo mai”.     Quanto al duello Berlusconi-D’alema, il ministro ha  chiarito di non voler replicare a Massimo D’Alema, che ha invitato Silvio Berlusconi a rispondere alle accuse che gli sono state mosse in un’intervista al Corriere della Sera, “perché in questa occasione avrebbe avuto la possibilità di dimostrarsi un vero leader politico, capace di avere a cuore gli interessi del Paese, e in questi momenti difficili che si misurano lo spessore, lo stile e la lungimiranza dei leader politici”. “Ancora una volta – ha concluso Bondi – D’Alema ha dimostrato di essere sempre al di sotto delle aspettative”.

giovanna colangelo

 481 totale visualizzazioni,  2 oggi