L’assessore regionale ha annunciato che al ‘Madonna delle Grazie’ a breve partiranno i
lavori legati alla radioterapia e all’ampliamento del pronto soccorso

matera_osp_ent_01

matera_osp_ent_01

“Quella di oggi è una occasione di confronto importante che consente di chiarire alcuni
aspetti sulle politiche da mettere in campo nel comparto sanitario. Qualcuno di recente ha parlato di depotenziamento della sanità materana, creando nei miei confronti un vero e proprio linciaggio mediatico, non corretto sul piano umano. A queste persone ricordo che da utente usufruisco dei servizi dell’Azienda sanitaria di Matera, in caso di bisogno mi curo in Basilicata”.
Così ha esordito l’assessore regionale alla Salute, Rocco Leone, intervenendo nella
seduta del Consiglio comunale di Matera, a cui hanno preso parte rappresentanti
istituzionali regionali e del territorio, sul tema “Diritto alla salute, sanità e territorio del
Materano”.
“Questa amministrazione regionale – ha aggiunto Leone – intende rilanciare la sanità della provincia di Matera, ma siamo subentrati in un’azienda sanitaria estremamente
complicata, dove non venivano messi al centro gli interessi dei cittadini, ma prevalevano
conflittualità e personalismi che hanno ostacolato anche la trasparenza. Nei giorni scorsi,
sulla stampa locale, si parlava dei ritardi registrati per il reclutamento dei nefrologi, ma
questo concorso è stato rinviato per ben trenta volte in attesa che si specializzasse la figlia
di qualcuno. Stesso discorso per il concorso di endocrinologia.
Quello che stiamo facendo – ha chiarito l’assessore – è portare l’Asm verso la
normalizzazione. Una battaglia difficilissima che, con la squadra messa in piedi e con
l’aiuto che arriverà dai rappresentanti territoriali, riusciremo a vincere”.
Dopo aver ascoltato gli interventi dei sindaci e dei consiglieri regionali, Leone ha ripreso la parola ringraziando il dott. Angelo Andriulli per l’elaborazione dei dati ministeriali relativi alla sanità lucana, evidenziando “la necessità di puntare su meritocrazia e valutazione della qualità dei servizi erogati per rilanciare le strutture ospedaliere lucane e la medicina territoriale”. Inoltre, approfittando dell’opportunità, l’assessore regionale ha annunciato che “si sono conclusi gli iter amministrativi legati alla radioterapia e all’ampliamento del pronto soccorso al ‘Madonna delle Grazie’ di Matera, quindi a breve partiranno i lavori; mentre sono in corso le gare per la realizzazione del blocco parto e della centrale unica di sterilizzazioni, che prevedono rispettivamente investimenti per 1,5 e 4 milioni di euro”.

 1,040 totale visualizzazioni,  56 oggi