l Potenza centra la prima vittoria stagionale e può tirare un sospiro di sollievo. Contro la Fidelis Andria, allenata da mister Panarelli, la formazione rossoblu vince 2-0. Mister Gallo alle prese con le assenze: deve rinunciare ancora a Romero, infortunato, e agli squalificati Ricci, Matino e Romero. In attacco dal primo minuto si rivede Baclet al fianco del giovane Sessa.
Pochissime emozioni al “Viviani” soprattutto nella prima frazione, in una gara che mostra tutte le insicurezze delle squadre in campo. Le due compagini, infatti, sono contratte e nervose, spaventate di commettere un qualsiasi passo falso. Ciò si traduce in una gara poco emozionante, in cui l’unica vera occasione da registrare è una traversa ad opera di Baclet al 41′, che incorna bene la sfera sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nella ripresa ancora Potenza alla ricerca del vantaggio: al 53′ colpo di testa in tuffo di Zampa dagli sviluppi di un corner, la sfera prende clamorosamente la base del palo. Dopo due minuti ennesimo legno per la squadra di Gallo, con la sfera che impatta la traversa su deviazione fortuita di un difensore ospite! Azione fulminea del Potenza che sblocca la gara! Ottima l’azione personale di Guaita, che dribbla due avversari sulla fascia destra e serve con un cross preciso Costa Ferreira, che tutto solo infila Dini! Reazione pugliese al 71′: Incredibile errore di Bubas, che liscia clamorosamente il pallone su un cross basso di Carullo. L’attaccante federiciano era completamente solo: un rigore in movimento. Al 73′ ancora una traversa per la formazione di casa: Cargnelutti tenta una clamorosa conclusione dalla trequarti: la sfera si stampa sul legno superiore! Il raddoppio non tarda ad arrivare: 76′ Azione fatta partire proprio da Coccia, che attraversa il campo e serve Volpe. Il giovane attaccante tenta una conclusione che viene goffamente respinta da Dini. Sulla ribattuta è Sessa a ravvivare il pallone e a servire proprio Coccia, che scarica una conclusione facile a porta vuota. Poi non accade più e finalmente il Potenza può festeggiare la prima vittoria in campionato: domenica ancora al Viviani con l’Acr Messina.

 986 totale visualizzazioni,  100 oggi