La casa editrice fondata nel 2013 da Antonella Santarcangelo festeggia il decimo anno tra libri, riviste e incontri con gli autori

Il libro. Quando l’apriamo è una mappa del tesoro, quando lo chiudiamo è un forziere pieno di luce.

E Antonella Santarcangelo, editrice di Matera, di luce ne ha immagazzinata davvero tanta.

Figlia di madre bibliotecaria comunale, Antonella trascorreva i suoi pomeriggi in biblioteca. Terminati i compiti scolastici  si immergeva nella lettura. Tra le dita le scorrevano fotogrammi di storie di avventura, romanzi storici e testi poetici. Antonella non è mai sazia di libri e presto intuisce che quella sarà la sua strada.

Antonella voleva e doveva vivere di libri.

Si laurea in Lettere a Bari e nel capoluogo pugliese matura una lunga esperienza in una casa editrice. Poi quel percorso termina e Antonella decide di continuare per la sua strada. Torna a Matera e mette a frutto la sua decennale esperienza. A gennaio 2013 fonda Edigrafema: una casa editrice tutta lucana che, nei suoi primi dieci anni di attività, ha dato spazio e voce a scrittori emergenti o già noti.

Sono un centinaio gli autori che in questi dieci anni hanno contribuito ad arricchire il catalogo della casa editrice. Attenta alle tematiche sociali, ai diritti civili e alla violenza di genere, Edigrafema ha organizzato fino ad ora circa 300 incontri in tutta Italia, promuovendo il dibattito ed il confronto anche nelle scuole.

Antonella Santarcangelo racconta il suo lavoro di editrice ma anche di editor.

 1,546 totale visualizzazioni,  2 oggi