Tre giorni per incontrare le persone meno fortunate e aiutarle
attraverso gesti concreti. Sono quelli in programma al Centro sociale di Malvaccaro
dal 24 al 26 giugno, che saranno realizzati grazie alla collaborazione
dell’associazione ‘Avanti gli ultimi’ con il Comune, con una serie di appuntamenti
tutti all’insegna della solidarietà. La presidente dell’associazione Antonella
Tancredi, insieme a Lucia Romaniello e all’assessore alle Politiche sociali Fernando
Picerno, indicano l’iniziativa come “un’occasione per confermare fattivamente, per
l’ennesima volta, quanto la comunità potentina sia solidale con le persone che si
trovano in un periodo di bisogno e per evidenziare come il mondo dell’arte sia
sensibile a questi temi e pronto a fornire il proprio contributo, offrendo
performance e momenti piacevoli a tutti coloro che vorranno partecipare alle
diverse manifestazioni”. Le mattinate, a cominciare dalle 9, saranno interamente
dedicate a screening gratuiti che riguarderanno diverse patologie, visite alle quali
saranno sottoposte persone che si trovano in situazioni di indigenza, e che saranno
eseguite in parte in un camper che stazionerà nei pressi del Centro sociale in parte
negli studi medici dei dottori che garantiranno il servizio. Gli screening vanno
prenotati al numero di telefono 3471859555. Per le serate, sipario previsto alle
20,30. Si comincerà il 24 giugno con la presentazione del libro ‘La libertà di Lolita’,
di Grazia Telesca, le esibizioni canore di Nura Spinazzola e Luisa Picerno e lo
spettacolo teatrale comico di ‘Gente allegra’. Il 25 giugno, allo stesso orario, Eva
Immediato presenterà gli allievi della scuola di canto ‘Pianeta voce’ di Dina Lopez,
a seguire, saranno i piccoli allievi della scuola di recitazione, sempre di Eva
Immediato, a esibirsi. La sera del 26 giugno sarà la volta della scuola di ballo di
Paolo Ciano ‘Swing’ e della scuola di danza ‘Maeva’ , con brani eseguiti da Serena
Lotito, Sofia Pace e Valentino Bianconi. L’ingresso alla manifestazioni serali è
totalmente libero, anche se gli organizzatori fanno sapere che è gradita l’offerta di
beni primari a lunga conservazione, buoni spesa, giocattoli, medicine e articoli per
bambini, tutto materiale che sarà destinato alle famiglie in difficoltà.

 846 totale visualizzazioni,  2 oggi