L’associazione lucana di wrestling ha incoronato il primo campione della sua storia: il romano Karim Brigante

6 atleti di calibro internazionale ad esibirsi, 3 campionati decisi, 1 trofeo assegnato. Potrebbe riassumersi così, con dei “freddi numeri”, la serata che ha visto protagonista la New Wrestling Generation del suo terzo show di wrestling tenutosi sabato sera ad Avigliano: “Nwg The Path Of Champions”. Ma sarebbe un’analisi che non restituirebbe giustizia al calore con cui ha risposto il pubblico a questa serata.

La sensazione generale è stata quella di un continuo miglioramento da parte dell’associazione lucana di wrestling che ha saputo impressionare favorevolmente il pubblico accorso al Palazzetto Polifunzionale di Avigliano per applaudire i propri beniamini.

Innanzitutto, l’analisi sportiva dell’evento: che ha visto nel primo match la sfida tra i britannici Callum Newman e Danny Black risolversi a favore di quest’ultimo dopo un incontro dagli alti contenuti acrobatici e spettacolari e con tanti ribaltamenti di fronte. Quindi, si è passati al match d’assegnazione delle Cinture di Coppia Nwg che ha visto prevalere i Bad People, rappresentati da John Kanellis e Rosch, superare i siciliani Danny Maisano e Mirko The Kid in una contesa avvincente che si è risolta grazie alle macchinazioni a bordo ring del perfido manager Nick Slogger e del suo sodale Big Mad Mike. A seguire, il veterano londinese Johnny Storm che ha superato per schienamento il favorito del pubblico Rocky “Il Brigante Lucano” Laurita in una prestazione all’insegna della sportività e del rispetto. Poi, spazio alla divisione femminile con il primo match “in rosa” mai disputato in Basilicata, nel quale la piacentina Lara Wild si è laureata Campionessa Femminile Nwg battendo la rivale torinese Domiziana Roy e le rappresentati del Regno Unito Amira e Darcy Stone. Nel post-match Nick Slogger ha assoldato Wild nei Bad People. Proseguendo, si è tenuta la Rumble, match ad eliminazione che ha contato ben 18 partecipanti, nei quali a spuntarla, alla fine, tra il tripudio del pubblico, è stato il paladino lucano Rocky Laurita, padre fondatore del wrestling in Basilicata, che si è aggiudicato un trofeo dedicato al match stesso ed il diritto di affrontare un campione a sua scelta da qui ad un anno. Infine, il match più importante della serata che ha incoronato il romano Karim Brigante come primo Campione Nwg contro il wrestler “made in UK” Mike Bird dopo una battaglia senza esclusione di colpi.

Quindi, spazio alle considerazioni più di carattere generale, affidate alle parole del presidente della New Wrestling Generation Nicola Lomuscio: “Sono molto soddisfatto per la risposta di pubblico che abbiamo ottenuto – ha commentato il massimo dirigente della Nwg –. Devo dire che Avigliano ha risposto molto bene alle nostre sollecitazioni e ciò non può che renderci estremamente soddisfatti. Ancor di più perché questo evento è frutto della condivisione con il territorio, dato che i nostri partner commerciali sono tutti locali, quindi dedichiamo a loro questo nostro successo e li ringraziamo per la fiducia accordataci. Qualcuno sta cominciando a credere nel wrestling in Basilicata e al Sud Italia e questo non può che farci ben sperare per lo sviluppo dei nostri programmi futuri. Ma, innanzitutto, siamo contenti che chi ha assistito allo show ci abbia inviato feedback positivi e, in definitiva, abbia tratto divertimento dal nostro spettacolo”.


 2,438 totale visualizzazioni,  2 oggi