Ancora pochi giorni per partecipare al concorso di idee finalizzato alla personalizzazione e realizzazione di 7 “Cucù” (dell’altezza di cm 170) e promosso dalla Pro Loco di Matera “Tra Cultura, Storia e Tradizioni”. I manufatti, e sono già tanti i progetti pervenuti, saranno esposti in occasione dell’evento “Cucù Parade” che si terrà nella prossima primavera nelle piazze principali di Matera, ma anche a Montalbano Jonico e Policoro, al fine di promuovere nuove forme d’arte e di diffusione della cultura e delle tradizioni locali e per l’animazione dei centri attraverso forme di Land art innovative e di forte impatto emotivo. L’iniziativa, ideata dal socio Pro Loco, Renato Favilli, realizzata con il sostegno di Regione Basilicata, Provincia di Matera e partner privati, e patrocinata dal Comune di Matera e CNA Matera, vuole essere la reinvenzione di spazi urbani classici con l’inserimento di statue in vetroresina o plastica, personalizzate appunto dagli artisti, così da rendere la quotidianità un tuffo verso la spazializzazione del bello. E’ stato scelto come soggetto un fischietto, dalla forma di un gallo, che è stato creato a Rutigliano, ma che i pastori transumanti hanno portato e trasmesso in tutte le comunità della murgia apulo – lucana: un portafortuna che serve a proteggere dall’invidia, dalla malasorte, dall’affascino, dai cattivi spiriti, da tutto ciò che non si vorrebbe durante la vita. Con la “Cucù Parade” si vuole anche captare l’attenzione della gente e dei media all’interno di un contesto provinciale che vuole essere trasformato e ricreato, suscitando forti emozioni non solo nella cittadinanza locale. La “Cucù Parade” vuole inserire dunque, nel contesto urbano, una serie di statue e trasformare il paese in una galleria d’arte a cielo aperto. La volontà è di fatto quella di creare un percorso che traghetti le persone attraverso i luoghi più significativi e particolari, speciali, moderni e antichi, un percorso fatto di statue, totem descrittivi dell’opera e dell’artista e che illustrano cosa vi è intorno e le specificità della location, così da dare informazioni sull’evento e comunicare a tutti le particolarità, degne di nota, della zona. Una sorta di viaggio alla scoperta di Matera e non solo, ma realizzato attraverso qualcosa che decontestualizza l’ordinario per renderlo straordinario. Per partecipare è necessario inviare, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno su foglio A4, entro e non oltre il prossimo 30 gennaio, l’idea (fotocopia dell’originale) e la bozza originale (firmata con nome e cognome o eventuale pseudonimo e datata in calce), documento d’identità e codice fiscale a: Renato Favilli Via Caduti di Nassirya 72, 75100, Matera. La busta dovrà riportare la dicitura: CUCU’ PARADE 2020. Necessario allegare anche una breve descrizione dell’autore.

 135 totale visualizzazioni,  2 oggi