All’ordine del giorno, tra l’altro, l’esame di alcune mozioni, una proposta di legge di Rosa (Lb-Fdi) sul controllo dei bilanci degli enti e una proposta di referendum abrogativo degli articoli 35 e 37 dello sblocca Italia avanzata da Perrino (M5s)     

Il Consiglio regionale della Basilicata si riunirà martedì 22 settembre 2015, alle ore 11,00, nel palazzo della Giunta regionale (Via Vincenzo Verrastro, 4 – Potenza).

La riunione sarà aperta con la discussione di sei mozioni: la prima, di iniziativa del capogruppo del M5s Perrino, su “Incostituzionalità della legge n. 107/2015 – Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”; la seconda e la quarta del capogruppo di Pdl-Fi Napoli, relative rispettivamente agli incarichi dirigenziali attribuiti al personale dell’amministrazione regionale e al superfarmaco contro l’epatite C; la terza del capogruppo di Ri Galante sulla soppressione del distretto della Corte d’Appello a Potenza; la quinta del capogruppo del Pd Cifarelli sui decreti attuativi della riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione; la sesta del consigliere del Pd Robortella sull’inserimento di Maratea nella lista propositiva italiana del patrimonio culturale e naturale dell’Unesco.

All’attenzione del Consiglio, quindi, tre disegni di legge: il primo propone di modificare gli articoli 74 e 75 della legge regionale di stabilità 2015 riguardanti il Nucleo regionale di valutazione e verifica degli investimenti pubblici e le disposizioni in materia di informazione e comunicazione; il secondo e il terzo relativi ai rendiconti 2014 dell’Alsia e del Parco archeologico storico naturale delle Chiese rupestri del Materano.

L’Assemblea esaminerà, poi, due proposte di legge: la prima, d’iniziativa dei componenti l’ufficio di presidenza (Lacorazza, Mollica, Galante, Castelluccio e Polese), che propone di modificare l’art.3 della legge regionale n. 27/1991 sulla costituzione della Commissione regionale per le pari opportunità; la seconda, d’iniziativa del capogruppo di Lb-Fdi Rosa, che detta norme in materia di controllo sui bilanci degli entri strumentali, delle aziende sanitarie e delle società partecipate della Regione.

Il Consiglio dovrà inoltre esprimersi sulla proposta, avanzata dal capogruppo del M5s Perrino, di referendum abrogativo, ai sensi dell’art. 75 della Costituzione, degli articoli 35 e 37 della legge n. 164/2014 (sblocca Italia).

In chiusura di seduta l’esame degli eventuali atti nel frattempo licenziati dalle Commissioni consiliari. La riunione del Consiglio regionale sarà trasmessa in web streaming

 207 totale visualizzazioni,  2 oggi