cc_potenza_p_bI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI VENOSA, COORDINATI DAL TENENTE ENRICO GALLORO, INTORNO ALLE 16.15 DI IERI 28 U.S., NEL CORSO DELL’INCONTRO DI CALCIO VALEVOLE PER IL CAMPIONATO NAZIONALE DILETTANTI, GIRONE “H” TRA LE COMPAGINI DELLO SPORTING GENZANO ED A.C. NORMANNA, HANNO TRATTO IN ARRESTO DIGILIO MASSIMO, 33ENNE DI GENZANO DI LUCANIA,  IN QUANTO RESPONSABILE DI LANCIO DI MATERIALE PERICOLOSO, SCAVALCAMENTO ED INVASIONE DI CAMPO IN OCCASIONE DI MANIFESTAZIONE SPORTIVA, LESIONI GRAVI E RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE. I CARABINIERI, IMPEGNATI IN SERVIZIO DI ORDINE PUBBLICO, SONO INTERVENUTI ALL’INTERNO DELLO STADIO A SEGUITO DEL LANCIO, DA PARTE DEL SOPRA CITATO, DI UN TAMBURO CHE HA COLPITO AL CAPO UNO DEI DUE GUARDIALINEE. QUEST’ULTIMO, TRASPORTATO PER LE CURE DEL CASO PRESSO IL PRONTO SOCCORSO DELL’OSPEDALE DI VENOSA, È STATO GIUDICATO GUARIBILE IN 10 GIORNI. S.C., MENTRE L’ARRESTATO È STATO ASSOCIATO ALLA CASA CIRCONDARIALE DI POTENZA. A SEGUITO DELL’EVENTO VERIFICATOSI, L’INCONTRO DI CALCIO È STATO SOSPESO DEFINITIVAMENTE.