Calcio

POTENZA: PASSA AI QUARTI DOPO I CALCI DI RIGOTE

PASSA IL TURNO DOPO 120 MINUTI IL POTENZA DI RAFFAELE mentre  sfuma il sogno Coppa Italia di C per il Monopoli.   

 La compagine  di Scienza deve arrendersi al Potenza dopo i calci di rigore; azzeccatissime e fatali le parate di Breza, e le parate di Crisanto. Gara combattuta ed equilibrata, ma anche ricca di imprecisioni da una parte e dall'altra. 

Avvio è di marca potentina al 4' un tiro di Lescano dalla distanza termina fuori, ma tanti sono i brividi al minuto numero 17esimo: fallo di De Franco su Lescano in area e rigore per i lucani al dischetto Genghi, che grazia Crisanto perché il pallone batte sulla parte bassa della traversa e centra la linea bianca rim ando. Ci prova  anche ad inserirsi in area Giosa, il cui colpo di testa non inquadra la porta biancoverde. La gara si mantiene su filo dell'equilibrio, con il Monopoli che si fa vedere solo al 31esimo con il cross di Sounas in area a cercare Sanzone senza  esito. 

Nel secondo tempo il Monopoli prova a farsi vedere maggiormente dalle parti di Breza, con scarsi risultati. Al 58esimo Sounas non inquadra il secondo palo, al 63esimo' ci prova anche Maimone ma il suo tentativo è centrale e poco efficace. Termina fuori anche il tiro di Scoppa (73'). Battute finali: il Potenza si fa vivo con Longo, tiro telefonato per Crisanto. Al 93' ci prova anche Donnarumma, con un tiro-cross che termina sull'esterno della rete della porta rossoblù. Poco brio complessivamente. Entra tra i vari Mangni, che prova ad accendere il gioco. Poche scintille nei successivi 30'. Al 102' un insidioso tiro di Scoppa viene murato. Poi ci prova il Potenza: al 107' ed al 109' Crisanto è costretto a deviare due tiri rispettivamente di Matera e soprattutto Dettori. La lotteria dei rigorifatali gli errori di Mendicino e Donnarumma, non basta la prima parata di Crisanto su Longo. L'avventura in coppa finisce agli ottavi di finale. 

FINALE POTENZA-MONOPOLI 4-2 dcr