Comuni

Potenza: Bilancio equilibrato

Approvazione bilancio riequilibrato, si apre una nuova era per Potenza Finalmente, grazie a Dario De Luca e alla nuova Amministrazione di centrodestra,  

il Capoluogo di Regione vede la luce in fondo al tunnel.

Dopo due dissesti e 25 anni all'insegna della continua emergenza e precarietà dei bilanci, il pareggio di bilancio fra 3 anni potrebbe diventare una realtà.

Un lavoro incredibile che Santarsiero e compagni in 10 anni non avevano neppure cominciato e che invece in un solo anno e mezzo la nuova Amministrazione ha trasformato in realtà.

Aggressione sistematica ad ogni singolo euro di spreco, analisi approfondita e taglio di tantissime spese inutili o sovra dimensionate. E' una vera e propria rivoluzione culturale quella che il centrodestra ha portato negli uffici comunali, basata su due pilastri fondamentali ed innovativi: utilizzare tutti i finanziamenti disponibili fino all'ultimo euro per migliorare ed efficientare la struttura comunale ed individuare ed evitare ogni singolo euro sprecato.

Una visione opposta a quella clientelare, sprecona e, soprattutto, inefficiente prodotta dalle Amministrazioni precedenti che sono riuscite a solo mettere in ginocchio la Città.

L'incredibile lavoro svolto da questa Amministrazione viene certificato dal Ministero degli interni e addirittura portato come esempio di efficacia ed efficienza.

Era facile amministrare spendendo 26 milioni di euro in più di quanti se ne incassavano.

Parallelamente alla aggressione agli sprechi, è stata messa in campo una nuova era dei servizi mettendo in campo il sistema delle gare e costruendo contratti con le aziende che offrono servizi che guardano all'efficienza dei servizi senza tralasciare la tutela degli interessi del Comune, principi sconosciuti alle Amministrazioni precedenti. Quanto era facile prorogare contratti capestro solo ad aziende 'amiche'?

Inoltre, sono stati appaltati 45 milioni di euro, mettendo in campo un lavoro incredibile per non perdere finanziamenti che prima invece tornavano sistematicamente al mittente e sono stati riassegnati 26 milioni di euro in molti casi eliminando opere inutili e costosissime per dare invece risposte di efficientamento energetico delle strutture comunali e per rispondere alle esigenze dei cittadini di verde, aree attrezzate per bambini ed anziani.

E ancora: il monitoraggio costante degli appalti sulle opere infrastrutturali. Una attenzione smodata al rispetto dei luoghi storici della città. I primi passi verso la raccolta differenziata.

Insomma De Luca e il centrodestra hanno finalmente fatto voltare pagina alla Città, ponendosi come unico obiettivo il bene di tutti.

Questa si che è una rivoluzione. Una rivoluzione fatta di impegno e lavoro silente ma poggiato su principi ineludibili: legalità, bene comune, efficienza, efficacia, lotta agli sprechi e ascolto dei cittadini, senza clientelismo, che era il metodo utilizzato dalla amministrazione precedente, sicuramente popolare, ma illegale e immorale.

L'approvazione del bilancio riequilibrato da parte del Ministero consente di mettersi alle spalle un difficilissimo 2015. Questa meravigliosa notizia è quanto di meglio potessimo immaginare. La speranza di un 2016 di rinascita per la nostra Città è il regalo per tutti i Potentini da mettere sotto l'albero di Natale.