Varie

SS 106

ss-106-atale strada ha una valenza interregionale che riguarda le regioni Calabria, Basilicata e Puglia e che è ritenuta fondamentale, in alternanza al corridoio tirrenico, per i collegamenti sulle direttrici del corridoio adriatico; chiediamo al Ministro di sapere come mai la galleria, lunga alcuni km ricadente nel comune di Monte Giordano nonostante i lavori siano stati completati celermente da qualche anno, I Senatori di Forza Italia Viceconte, Taddei e Gentile e di AN Buccico, hanno presentato nei giorni scorsi al Ministro per le Infrastrutture, una interrogazione in cui pongono in evidenza una serie di problemi che riguardano la Statale 106 ionica che attraversa una larga parte del Casentino. Ma ecco cosa scrivono i parlamentari: “Premesso che la statale S.S. 106 ionica è considerata storicamente insufficiente per smaltire la grande mole di traffico auto-veicolare che attraversa il tratto ionico calabro-lucano; valutato che da anni si annunciano finanziamenti e provvedimenti legislativi per potenziare, migliorare e ammodernare la predetta strada; considerato che nonostante le ristrettezze economiche, il Governo di centrodestra aveva finanziato ed appaltato numerosi tratti di strada alcuni dei quali con lavori già conclusi, altri in avanzato stato di esecuzione; considerato che tale strada ha una valenza interregionale che riguarda le regioni Calabria, Basilicata e Puglia e che è ritenuta fondamentale, in alternanza al corridoio tirrenico, per i collegamenti sulle direttrici del corridoio adriatico; chiediamo al Ministro di sapere come mai la galleria, lunga alcuni km ricadente nel comune di Monte Giordano nonostante i lavori siano stati completati celermente da qualche anno, non viene resa fruibile e funzionale. Ed è inutile ricordare che l’importante opera si trova in un tratto di S.S. 106 densamente trafficato, ed allo stato percorso in unica carreggiata con un frequente numero di incidenti stradali, che potrebbero essere evitati con l’apertura della galleria in questione”. Negli ultimi due anni sono state purtroppo tante le vittime di incidenti stradali sull’arteria che attraversa la Sibariride.