Cronaca nera

GROTTOLE, SEQUESTRO ESPLOSIVI

esplosivi seq cc

Nella nottata, a Grottole (MT), nell’ambito dell’Operazione “Thoefania”, voluta dal Comando Provinciale di Matera per potenziare i servizi di controllo in occasione delle festività natalizie e di fine anno, i carabinieri della locale Stazione, al termine di una mirata attività preventiva, hanno sequestrato un notevole quantitativo di materiale esplodente pirotecnico e vari artifizi sempre esplodenti confezionati artigianali, denunciando 4 persone.

 

Nel corso di un servizio di pattugliamento, svolto in quel centro abitato, i militari dell’Arma notavano un’autovettura FIAT Punto in sosta, con a bordo tre persone, mentre una quarta era all’esterno del citato mezzo.

I militari, insospettiti, si avvicinavano e, dopo aver bloccato i 4, sì da evitare che potessero allontanarsi, procedevano al loro controllo.

Nel corso della successiva perquisizione veicolare, i carabinieri rinvenivano, occultati nel vano bagagli, ben 15 chili di manufatti esplodenti pirotecnici e 50 altri artifizi sempre esplodenti realizzati artigianalmente e,quindi, molto pericolosi.

L’intero quantitativo di giochi pirotecnici è stato sequestrato.

Dei quattro soggetti, i 3 che erano a bordo dell’auto, cioè gli acquirenti, tutti originari di Pisticci (MT) e di cui 2 con precedenti penali, sono stati denunciati per detenzione illegale di materiale esplodente, mentre la quarta persona, cioè il venditore abusivo, un 29 enne del posto, è stato deferito per vendita illegale sempre di materiale esplodente.

Si tratta del primo sequestro di fuochi pirotecnici, effettuato in provincia dai carabinieri.

Nei prossimi giorni, saranno ulteriormente intensificati i controlli nello specifico settore, sì da contrastare il pericoloso fenomeno connesso con la vendita illegale e l’utilizzo di artifizi pirotecnici, specie di genere vietato e, quindi, pericolosissimi.