Vari

POTENZA, ISTITUTO DA VINCI

ist da vinci“La nuova sede dell’Istituto Tecnico Commerciale “Leonardo Da Vinci” di Potenza, attesa da 20 anni, è finalmente a disposizione della comunità e degli studenti. Si tratta della testimonianza tangibile di quella celerità e concretezza nel portare a termine interventi strategici per cui l’Amministrazione provinciale vuole caratterizzarsi sia nell’ambito dell’edilizia scolastica sia negli altri settori”. Con queste parole il Presidente della Provincia di Potenza Piero Lacorazza ha salutato studenti, insegnanti, genitori e autorità intervenute questa mattina all’inaugurazione del nuovo Istituto, in località Poggio Tre Galli, per cui sono stati investiti 4 milioni e 700 mila euro.  

“Gli interventi - ha spiegato il direttore dei lavori Domenico Tornincasa – hanno riguardato l’adeguamento strutturale e il completamento edile e degli impianti di un istituto che offre a circa 600 alunni trentadue aule, sei laboratori, un’aula magna (900 mq), una biblioteca, una sala lettura più gli uffici amministrativi. Il tutto si estende su una superficie di 6.500 mq e si sviluppa su tre livelli. Particolare attenzione è stata inoltre dedicata all’impatto ambientale dell’edificio, al risparmio energetico e all’abbattimento delle barriere architettoniche”.

“Con questa struttura – hanno dichiarato Lacorazza e l’assessore all’Istruzione Rosaria Vicino – si aggiunge un altro tassello alla realizzazione del programma complessivo che la Provincia ha in mente per la scuola. Un programma ambizioso che si propone non solo di realizzare interventi strutturali, ma anche di creare e far crescere una nuova cultura dell’innovazione, del consumo e dell’equilibrio esistente tra uomo e natura”.inaug ist davinci

Nel ringraziare la struttura dell’Edilizia Scolastica per l’egregio lavoro svolto, il Presidente Lacorazza ha anche sottolineato come il nuovo Da Vinci sia una sorta di matrioska, ovvero un rilevante risultato che apre la strada ad altri significativi interventi. In primo luogo, nel mese di gennaio, gli allievi dell’Istituto D’Arte del capoluogo potranno trasferirsi nella vecchia sede dell’Itc Da Vinci, per arrivare alla firma del contratto e all'avvio dei lavori di messa in sicurezza dell’edificio nei primi mesi del prossimo anno. L’inaugurazione, inoltre, ha rappresentato l’occasione simbolica per firmare con 28 istituti scolastici del territorio le convenzioni per i Progetti educativi individualizzati (Pei), progetti rivolti all’integrazione scolastica di allievi portatori d’handicap per cui l’Ente ha messo a disposizione, per l’anno scolastico 2009-2010, 91.120 mila euro. “Risorse, quest’ultime, che sono state reperite – hanno sottolineato Lacorazza e Vicino – grazie alla riduzione delle spese legate ai costi della politica e che daranno una risposta concreta al disagio vissuto dalle fasce deboli, reso più grave dai tagli soprattutto per le ore di sostegno”.

Una scelta condivisa anche dalla Regione Basilicata “il cui contributo inserito nella finanziaria regionale – ha annunciato il presidente De Filippo, presente alla firma dei Pei- è per il prossimo anno di 380 mila euro”. De Filippo ha inoltre sottolineato l’importanza di consolidare l’intesa istituzionale tra Regione e Provincia sui temi riguardanti la scuola per offrire maggiori opportunità alle nuove generazioni.

Un forte ringraziamento alla Provincia, per aver dato finalmente una sede ad un istituto storico del capoluogo, nato nell’anno scolastico 1948/49, è venuto sia dalla dirigente scolastica Maria Adele Trotta sia da un componente del Consiglio d’Istituto Mario Suanno.

Entrambi hanno sottolineato l’importanza del nuovo spazio per una scuola che è sempre andata avanti nel segno dell’innovazione, della ricerca e della sperimentazione ed hanno assicurato la loro massima attenzione nella salvaguardia della struttura.

All’inaugurazione erano presenti, tra gli altri, il Presidente del Consiglio Provinciale Palmiro Sacco, il consigliere provinciale Samela, i consiglieri regionali Fierro e Mancusi e il parroco don Pietro Sessa.