Approfondimenti

POTENZA, LA BELLA TERRA

Altro appuntamento con i piccoli artisti impegnati nel progetto promosso dal Centro d’Arte e Cultura Delta di Potenza “La Bella Terra” e realizzato da Teri Volini in collaborazione con ATO1 della provincia di Potenza e Consiglio Rergionale di Basilicata. Alle 10,00 alle 13,00 i ragazzi della scuola media “G. Leopardi” continueranno la composizione del “Mandala della Verde”, dopo aver già iniziatio la scorsa settimana a scrivere il “Diario Verde delle azioni virtuose” per la Madre Terra .

 

Dalle 10,00 alle 13,00 nell’aula Magna della scuola media “G. Leopardi” di Potenza l’artista lucana Teri Volini, ed il suo il “Centro d’Arte e Cultura Delta”, continua il percorso di sensibilizzazione nei confronti delle tematiche ambientali nell’ambito dell’ampio progetto “La Bella Terra” promosso dall’Aato uno Rifiuti di Potenza. Il programma prevede la realizzazione di tre opere. La scorsa settimana i ragazzi della “G. Leopardi” ed i bambini della scuola elementare di “Santa Maria” a Potenza hanno iniziato a scrivere il “Diario verde delle azioni virtuose”, mentre questa settimana i giovani studenti sono impegnati contemporaneamente alla realizzazione del “Mandala della terra Verde”. Il Mandala è un cerchio composto a sua volta da numerosi cerchi concentrici che i ragazzi dovranno riempire con parole e frasi positive riguardanti l’ambiente. Alla fine il Mandala colorato - di circa un metro di diametro- rappresenterà la Terra, con i suoi continenti ed i suoi mari riempiti di parole di speranza. Al progetto “La Bella Terra”, che vedrà inoltre la realizzazione della “Stanza Differenziata” (un locale riempito di bottiglie di plastica con l’aiuto dei residenti di un quartiere potentino), partecipano 180 bambini della scuola elementare di Santa Maria e circa 80 ragazzi della scuola media “G. Leopardi”. “Sul diario Verde- ha spiegato l’artista Teri Volini- i bambini hanno iniziato a scrivere le loro piccole buone azioni in favore dell’ambiente. Qualcuno di loro ha raccontato di aver raccolto una bottiglia per strada e di averla buttata nell’apposito contenitore. Qualcun altro ha provveduto a togliere la cartaccia o sta raccogliendo le pile scariche per potersi poi assicurare che questi materiali siano conferiti nei contenitori della raccolta differenziata”. Anche la realizzazione del Mandala fa leva non solo sul gusto del bello che l’arte stimola, ma anche sulla sua funzione di insegnamento che per Teri Volini può servire, in concreto, a sensibilizzare su tematiche importanti come quella relativa all’ambiente