Appuntamenti

Matera: Con NaturArte una settimana di eventi nel Parco della Murgia Materana

Una settimana di eventi quella dedicata a NaturArte dal Parco della Murgia Materana. L'inaugurazione con i laboratori di scrittura e lettura sensoriale. Sette giorni interamente incentrati sulla cultura: tra fotografia, dipinti, lettura e musica   

 ma anche arricchite da format innovativi legati al trekking, che si trasforma per l'occasione in letterario o del riciclo conservando sempre la sua vocazione naturalistica.

Siamo nel cuore della Murgia Materana, un'area di estremo pregio naturalistico, archeologico e storico che si estende dalla città dei Sassi e comprende la Gravina di Matera fino a sfiorare l'abitato di Montescaglioso e il letto del Bradano. Riconosciuto patrimonio Unesco, è il Parco Regionale Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano dove lembi di territorio calcareo si alternano a paesaggi rupestri e lande argillose. Il Canyon è il paesaggio che più gli assomiglia. Qui l'opera ancestrale dell'uomo (chiese rupestri, villaggi preistorici di epoca neolitica, jazzi e masserie) convive armoniosamente con la vegetazione mediterranea. Effluvi di erbe selvatiche si respirano in questo territorio della Basilicata dove ormai milioni sono i visitatori che giungono per visitare la Capitale della cultura nel 2019: Matera.

Sulle rocce planano i falchi grillai e nidificano tra le pareti delle murge specie di volatili rarissimi. Entusiasmante scoprire come un territorio apparentemente così arido abbia saputo conservare una ricchezza naturalistica di assoluta meraviglia. Innumerevoli specie di piante selvatiche trovano il loro habitat naturale in questo angolo di paradiso dove riescono a vivere e a vegetare: cicorielle e cicerchie, capperi e cardi, menta e rosmarino. Ma anche il limone e il melograno sono arbusti che crescono in questo territorio. Non mancano le piante grasse come l'euforbia e l'agave. Profumi inebrianti come segni distintivi di una terra dalla storia millenaria dove il cielo a volte si fa inquieto, ma quando il sole brilla è energicamente accecante.

Così NaturArte è l'occasione privilegiata per vivere e conoscere il Parco della Murgia Materana. Suddivise in tematiche le giornate diventano momenti dedicati alle diverse declinazioni dell'arte, pensate e costruite per valorizzare le emergenze e accrescere l'opera di sensibilizzazione delle popolazioni e in particolare dei giovani.

Il linguaggio dell'immagine, attraverso la fotografia e il video, diventa protagonista della giornata del 19 ottobre dove al centro delle attività ci saranno le scuole superiori del Liceo Scientifico Dante Alighieri e dell'Istituto Professionale Isabella Morra, in un workshop condotto da Pino Ninfa. Si partirà dalla scuola alle tradizioni artistiche presenti nel Parco per immortalarle. Si costruirà un'indagine per creare un ponte fra passato e presente. Partendo dallo studio di Peppino Mitarotonda personaggio poliedrico e vivace della cultura materana, un artista a 360° dalle ceramiche alle vetrate nonché divulgatore efficace delle sue attività con gli studenti, si passerà poi ad incontrare altri artisti: dal ricamo alla scultura, senza dimenticare le tradizioni materane più arcaiche come quelle legate alla lavorazione del pane e della pasta, nelle loro variegate sfaccettature.

Nelle articolazioni del programma interessanti sono le giornate dedicate al trekking letterario. In questo caso, il tema diventa IL VIAGGIO per scoprire i segreti della natura attraverso il cammino, la letteratura e la poesia. Il 20 ottobre, gli studenti delle scuole partecipanti percorreranno un itinerario lungo il quale, segnalati da bandierine colorate, troveranno indizi con frasi tratte da libri celebri (una frase per ogni istituto). Durante lo stesso percorso, lettori dell'Associazione culturale "cittàchelegge" leggeranno brani tratti da libri sul tema del viaggio. I ragazzi troveranno nella chiesa di S. Maria De Armenis l'ultima parte della frase tratta da un romanzo, con cui potranno indovinare il titolo del libro.

Al centro di NaturArte anche la musica, con i ritmi delle diverse culture riproposti nello spettacolo ad hoc intitolato "Viaggio musicale fra canzoni d'autore": un recital organizzato in collaborazione con l'associazione Arteria che sempre nella giornata del 20 ottobre, vedrà esibirsi il mezzosoprano Gianna Racamato; il "Pianocromatico" Camillo Maffia; Pasqualino Mitidieri e Gabriele D'Angella alle fisarmoniche. Sarà un viaggio immaginario ed evocativo attraverso le musiche del grande De Andrè fino alle note del romantico Tosti, passando per la passionale musica di Piazzolla. E per ricordare uno strumento musicale di origini lucane, il maestro Lincoln Almada artista di origini paraguaiane, delizierà i visitatori con il suono dell'arpa riproponendo i ritmi tipicamente latinoamericani. Artisti come il duo Tenor in "Modum Circuli", Pilar, Saverio Pepe con "Canto Male il Jazz", Ceilitaly con musiche e danze della Scozia, Attilio Zanchi Max De Aloe Duo e i Doctor 3 scandiranno i percorsi degli eventi.

Con i laboratori sensoriali di Silvana Kühtz, la conferenza sulla Cibosofia di Federico Valicenti e #Tabula_DOT Degustazione di Origine Teatrale della Compagnia Teatrale Petra, NaturArte del Parco della Murgia Materana lascerà nei visitatori il ricordo di originali e gradevoli sensazioni.