Comunicati stampa

Potenza: FONDAZIONE INARCASSA: BENE PROPOSTA DI LEGGE REGIONE BASILICATA

LIBERI PROFESSIONISTI/FONDAZIONE INARCASSA: BENE PROPOSTA DI LEGGE REGIONE BASILICATA  


  • Dopo Toscana, Puglia, Calabria e Sicilia anche la Giunta lucana presenta una proposta di legge per tutelare il lavoro dei liberi professionisti 

  • Approvato OdG anche da Consiglio Regionale del Lazio 

Roma, 11 ottobre 2018. Fondazione Inarcassa – la Fondazione Architetti e Ingegneri liberi professionisti iscritti Inarcassa – plaude alla proposta di legge presentata dall’ufficio di presidenza del Consiglio regionale della Basilicata, guidata dal presidente Vito Santarsiero, in materia di contrasto all’evasione fiscale e tutela del lavoro svolto dai liberi professionisti. Il testo della proposta di legge è stato già inviato alla prima Commissione Consiliare che si appresta ad avviare la procedura di esame.

 Dopo i provvedimenti di Toscana, Puglia, Calabria e Sicilia, siamo molto soddisfatti che anche la Basilicata si stia avviando ad una legge necessaria, che tutela e rispetta il lavoro dei liberi professionisti. – ha commentato Egidio Comodo, il Presidente di Fondazione Inarcassa – “Ancora una volta le realtà territoriali e il Mezzogiorno in particolare, si sono dimostrate reattive nell’accogliere una delle storiche battaglie di Fondazione Inarcassa a tutela della dignità professionale di centinaia di migliaia di professionisti. È di queste ultime ore, inoltre, l’approvazione di un ordine del giorno in tema di equo compenso anche da parte del consiglio regionale del Lazio che ha l’obiettivo di impegnare la Giunta a garantire questo principio per assicurare migliori condizioni lavorative nel rispetto dei compensi dei professionisti”.

Relativamente all’iniziativa della Regione Basilicata, il Presidente Comodo ha espresso l’augurio che l’iter di approvazione di questa legge si possa concludere rapidamente e che l’esempio e il virtuosismo di queste iniziative regionali siano uno stimolo per affermare questi temi anche a livello nazionale, attraverso un dialogo aperto e costruttivo con le istituzioni, per garantire al nostro Paese una sempre più elevata professionalità e qualità del lavoro.