Comunicati stampa

Potenza: Programmazione al palo, da mesi senza gli assessori

Oramai da mesi il capoluogo è senza gli assessori alla programmazione e alle attività produttive, uno scandalo. Il quadro politico di questa amministrazione     

fatta di traditori e voltabandiera, di incoerenza e attaccamento alla poltrona, appare sempre più confuso.

Così la programmazione, che è stato il fiore all'occhiello della vittoria di centrodestra grazie al grandissimo lavoro dell'assessore Cuoco, risulta totalmente ferma al palo. La nuova programmazione dei fondi europei 2014-2020 è scomparsa.

Nessuna notizia sul costosissimo collegamento verticale voluto da Santarsiero alla ex Fornace Ierace (9 milioni di euro). Nessuna notizia dei nuovi autobus, (5 milioni di euro). Sui fondi che la Regione tramite i "polesiani" aveva imposto che si destinassero al nuovo nodo intermodale di Potenza nord (2 milioni e mezzo di euro) tutto tace.

Per non parlare dello stabilimento per il compostaggio, la Basilicata è l'unica regione in Italia a non averne neanche uno, per la quale De Luca voleva destinare 5 milioni di euro dei fondi europei e per la quale addirittura l'Assessore regionale all'ambiente non ne conferma la volontà di realizzarla.

Come solo il centrosinistra sa fare, tutto è allo sbando in una guerra tra faide e interessi personali. Per le attività produttive invece la situazione è semplicemente del niente assoluto, se fosse per il centrosinistra potrebbe anche essere eliminato. Anziché pensare al rilancio del capoluogo in molti nella Giunta De Luca pensano solo alle prossime elezioni regionali in cerca di qualche partito da usare come un fazzoletto usa e getta.

Alessandro Galella,