Comunicati stampa

Potenza: I 5stelle iniziano la loro campagna elettorale pensando ancora di essere ‘verginelli’

I grillini hanno finalmente scoperto le carte: non hanno un programma. Dei quattro pilastri, che il candidato Mattia ha orgogliosamente annunciato, tre sono i costituiti dalla solita   

strategia di denigrazione delle altre formazioni politiche e uno è la scopiazzatura di quello che già 3 mesi Fratelli d’Italia ha portato avanti nelle piazze lucane.

Non hanno ancora capito che, oggi, i Lucani vogliono risposte e non la trita macchina del fango di cui i grillini sono maestri e che, informiamo Mattia, non rappresenta un programma ma un becero show.

Tuttavia questo è il Movimento 5 stelle: un contenitore vuoto, che raccoglie tutto ed il contrario di tutto, privo di visione. Non ci si poteva aspettare nulla da un partito nato da un vaffa.

Ma dove era Mattia in tutti questi anni in cui noi combattevamo il Sistema? Nelle giovanili della DC e nella tanto vituperata Forza Italia. Sia chiaro che non ci interessa difendere il trasformismo di alcuni personaggi politici. Anzi, lo abbiamo sempre denunciato perché la nostra storia politica fatta di coerenza ce lo permette.

Cosa che non può dirsi dei 5stelle che pur di ingrossare le fila hanno perso, nel tempo e molto precocemente, la possibilità di puntare il dito contro gli altri. Dobbiamo ricordare a Mattia la grottesca fine della democrazia nel Movimento che si è consumata con le parlamentarie a gennaio e con le regionarie poi? Dobbiamo ricordargli le polemiche che hanno portato alla sua elezione?

I 5stelle hanno fatto un enorme errore e adesso se ne stanno accorgendo. Non si spiega diversamente l’invito ai movimenti civici di non partecipare alle prossime elezioni regionali. Del resto è quello che hanno fatto anche loro. Andare da soli, isolandosi, darà un’occasione in più al centrosinistra. Probabilmente chi vuole davvero che il centrosinistra continui a governare sono proprio i grillini.

Del resto l’ambiguità del Movimento è nota. Perché Mattia non ci dice cosa vuole fare per i pozzi di petrolio in Basilicata? I grillini hanno urlato nelle piazze per lo stop al petrolio e adesso se ne escono con proposta di una Commissione d’inchiesta, il più grade bluff della storia della politica. Adesso che sono al Governo e il Ministro dell’Ambiente è stato voluto da Di Maio ci aspetteremmo che non venissero più autorizzati pozzi di petrolio. E invece, solo a Marsicovetere ne verranno, probabilmente, autorizzati altri tre.

Per non parlare dell’imbarazzante silenzio dei parlamentari pentastellati sul tema. Certo, il blocco del petrolio creerebbe un grande imbarazzo all’onorevole Rospi che dell’Eni è stato consulente.

Più che parlare di smascherare il Sistema, il candidato Mattia ci dovrebbe spiegare quali sono le politiche di sviluppo del Movimento. Lo sa che il reddito di cittadinanza è il medesimo provvedimento del reddito di Cittadinanza Solidale, dei Copes e del reddito d’inserimento che esistono dal 2007? Dovrebbe spiegare ai Lucani come vuole abbattere il sistema di clientele con i medesimi provvedimenti che lo hanno creato. Il programma di sviluppo del Movimento 5 stelle in Basilicata, assegni di povertà e clientelismo, è identico a quello che il Pd ha messo in campo in tutti questi anni. Dove sarebbe il cambiamento?

Nei volti? Quei volti che hanno militato in partiti che il Mattia definisce collusi e nei quali non hanno trovato spazio?

Sarà che noi siamo stati, in questi anni, i protagonisti del centrodestra lucano, sarà che noi abbiamo sempre fatto un’opposizione serrata e proposte concrete per risolvere i problemi dei Lucani, che siamo stati gli unici a parlare di petrolio ed ambiente quando molti dei cinquestelle militavano nel centrosinistra che, invece, ha invaso la nostra Regione di pozzi, sarà per tutto questo o anche solo per il fatto che di contenuti i grillini non ne hanno, ma non prendiamo lezioni da nessuno.

Il centrodestra che si presenterà oggi agli elettori in Basilicata sarà quello incarnato dal nostro gruppo in tutti questi anni, che ha fatto della coerenza e della lealtà verso i Lucani un vessillo. Ai grillini resterà solo la responsabilità di aver dato un vantaggio al Pd.

Potenza, 28 Agosto 2018

Gianni Rosa, Segretario regionale Fratelli d’Italia

Rossella Quinto, Vicaria regionale Fratelli d’Italia