Comunicati stampa

Pisticci: TRA POCHE SETTIMANE SCADE CONTRATTO GESTIONE WINFLY

La scelta sancita ufficialmente (su proposta dell’Assessore Benedetto) al tavolo recente della maggioranza di individuare come priorità per la fine legislatura   

regionale, nel settore delle infrastrutture, l’aviosuperficie di Pisticci per farlo diventare, finalmente,  dal nuovo anno, aeroporto regionale, ha un primo banco di prova: il 16 dicembre prossimo scade la proroga concessa alla società Winfly che da maggio 2014 si è aggiudicata la gestione. E a pochi giorni dalla scadenza nulla è ancora avvenuto, nonostante la più volte annunciata pubblicazione del nuovo bando di gara, assicurata per imminente.

Il contratto di aggiudicazione della gestione prevedeva una durata di tre anni con la possibilità di proroga per un uguale periodo (ulteriori tre anni), ma non si è ritenuto di utilizzare il rinnovo disponendo solo una proroga di sei mesi che scadrà appunto il 16 dicembre prossimo. Ciò nonostante fosse chiaro che il periodo di proroga risultasse insufficiente per la predisposizione e la chiusura della nuova gara.

A Pisticci si è dunque determinata una situazione di incertezza che si ripercuote pesantemente sulla Winfly che sollecita il rinnovo della proroga del contratto di gestione, per il termine che l’ Ente proprietario dell’infrastruttura (Csi Matera) riterrà comunque idoneo a completare la pubblicazione e le procedure di gara sino all’aggiudicazione, al fine di poter consentire il regolare prosieguo delle attività esistenti.

E’ il caso di ricordare che la società detiene all’attivo contratti con 40 dipendenti, di cui 15 residenti in Basilicata; alloggi per dipendenti provenienti da altre regioni; utenze; polizze assicurative strettamente connesse alla durata delle attività; rapporti con fornitori. Pertanto – si fa notare dalla direzione dell’Enrico Mattei di Pisticci - l’eventuale esito negativo della richiesta di proroga comporterà disdette e licenziamenti, senza poter dare il dovuto preavviso di legge, che dovranno essere attuati, esponendo la società ad azioni legali; inoltre bisognerà annullare ogni attività in corso, cancellare le prenotazioni già ricevute per decollo, atterraggio e sosta degli aeromobili presso l’infrastruttura dal 17/12/2017 e fino al 31/06/2018.

Ed ancora – si evidenzia dalla Winfly - ci preme sottolineare che il mancato ottenimento della proroga fino al nuovo bando di affidamento della gestione, procurerà la decadenza immediata di ogni requisito che la struttura ha conseguito di cui: Part 145, organizzazione di manutenzione aeronautica per manutenzioni programmate, non programmate e servicing, ispezioni di linea ed ispezioni speciali (Certificato di Approvazione Part 145 n. IT.145.369 emesso dall’ENAC il 15.10.2013); COA, Certificato di Operatore Aereo n. IT.AOC.156, rilasciato dall’ENAC in data 28/10/2014; Licenza di vettore aereo n. I-L 505 rilasciata dall’ENAC in data 05/09/2014 Ed.1; T.P.P. Autorizzazione al trasporto pubblico passeggeri n° 390 del 21/04/2015.

In conclusione si ribadisce, ancora una volta, la volonta' ad accompagnare le istituzioni – Regione e Csi Matera – in tutte le fasi previste verso il raggiungimento dell'importante trasformazione in corso in aeroporto secondo l’iter di programmazione individuato.