Approfondimenti

POTENZA, CACCIA AL CINGHIALE

Audizione questa mattina in sesta commissione consiliare della Provincia di Potenza, presieduta dalla consigliera Angela Latorraca dell’assessore alla Caccia e pesca Nicola Figliuolo: 'Stiamo già lavorando, insieme ai responsabili degli Ambiti territoriali di caccia e alle associazioni venatorie, per arrivare, il prossimo anno, alla redazione di regolamento unico sulla caccia al cinghiale, che tenga in debito conto le necessarie differenziazioni esistenti tra i tre Atc”.

Nel corso dell’incontro, il capogruppo Ivan Vito Santoro (Sel) ha posto l’accento sul ritardo con cui è stato pubblicato quest’anno il calendario venatorio dalla Regione Basilicata, ritardo che si aggiunge anche alla mancata approvazione di nuovi indirizzi generali per la pratica della caccia al cinghiale.

“In mancanza di nuovi indirizzi – ha spiegato Santoro – dovrebbe essere ancora valida la delibera della Giunta regionale 656 del 2008, riferita al periodo 1° ottobre-31 dicembre 2008, che, tuttavia, risulta lacunosa e poco puntuale su molti aspetti. Alla luce di questo ritardo, la Provincia di Potenza non ha ancora redatto un regolamento unico e, a loro volta, gli Atc hanno provveduto a elaborare dei propri regolamenti. Questa situazione crea non pochi problemi. Basti pensare che lo scorso anno, alcune squadre dell’Atc 3, non hanno potuto esercitare la caccia al cinghiale perché risultavano essere in numero maggiore rispetto alle zone dedicate all’attività venatoria. Sarebbe opportuno – ha concluso Santoro - istituire un coordinamento tra le due Province di Potenza e Matera, gli Atc e la Regione Basilicata, per definire la linea univoca necessaria allo svolgimento della caccia al cinghiale, al fine di garantire standard di sicurezza elevati per quanti praticano il territorio e i boschi (allevatori, agricoltori, cercatori di funghi, turisti), nel pieno rispetto dell’ambiente”.

La soluzione al problema, come sottolineato dai partecipanti alla commissione, sta dunque nella redazione di un regolamento unico con indirizzi comuni a tutti gli Atc, ma cadenzato sulle relative differenziazioni territoriali. A tale scopo, la presidente Latorraca ha aggiornato a breve la commissione, nella quale sarà ascoltato nuovamente l’assessore Figliuolo, che relazionerà sullo stato di avanzamento della elaborazione del regolamento unico.

 Marika Mecca