Approfondimenti

POTENZA, UN PULLMAN PER LA SATA

sata ingressoE COSI' GIUSTO OGGI, A 30 ANNI DAL TERREMOTO, ABBIAMO RICEVUTO ANTICIPATAMENTE UN BEL REGALO DI NATALE E MI RENDO CONTO CHE NELLA NOSTRA TERRA FORSE DAL 1980 NULLA E' CAMBIATO................

CI SI ILLUDE DI POTER VIVERE UN PO' PIU' TRANQUILLAMENTE MA POI TI ACCORGI CHE DOPO UN ANNO DI ILLUSIONI, DI PRESE IN GIRO, DI SACRIFICI AD ATTENDERE AL FREDDO UN PULLMAN, DI ORE SPESE PRESSO ENTI VARI, DI INVESTIMENTI ECONOMICI PAGANDO BEN PIU' DEL DOVUTO SOLO PER RAGGIUNGERE IL NOSTRO SCOPO, DI SOPPORTAZIONE PER I VARI APPOSTAMENTI E ABUSI DA PARTE DI ENTI CHE DOVREBBERO VERGOGNARSI PER QUANTO FATTO ANZICHE’ IMPEGNARSI IN COSE BEN PIU’ SERIE .........ORA SEMBREREBBE CHE DAL 12/12/2010 SAREMO COSTRETTI AD ABBANDONARE IL PULMAN CHE OGNI GIORNO CI CONDUCE AL LAVORO ( NON SI TRATTA DI UNA CORSA GIORNALIERA PER METAPONTO O MARATEA), PERCHE' LA PUR LODEVOLE TRENITALIA TEME CHE LA REGIONE BASILICATA  NON POTRA' GARANTIRLE IN FUTURO LA COPERTURA FINANZIARIA NECESSARIA.

MA ALLORA IO MI DOMANDO:

1)PERCHE' ACCOLLARSI SIN DALL'INIZIO QUESTO IMPEGNO IMPEDENDO AD ALTRI DI POTERLO SVOLGERE E TENTANDO DI RISOLVERLO CON UNA LINEA POTENZA FOGGIA SU STRADA CHE FINO AD ADESSO SI IMPEGNAVA AD ACCOMPAGNARCI SINO DINANZI GLI STABILIMENTI DELL'AREA DI SAN NICOLA MA CHE COME POTETE LEGGERE IN BASSO DAL 12/12 SI LIMITERA' SOLO A SFIORARE L'AREA INDUSTRIALE ARRIVANDO A CIRCA QUATTRO CHILOMETRI DAGLI STABILIMENTI, PARTENDO ALLE 06.10 (NEANCHE DOVESSIMO ANDARE A ROMA), FACENDO UNA VIA CRUCIS PER TUTTI I PAESI DELL'AREA DEL VULTURE MELFESE, PER POI RIENTRARE LA SERA ALLE 19.00.

MA SI.......... CHE IMPORTA TANTO SIAMO SOLO TUTTI DEI PADRI DI FAMIGLIA CHE SCOMPAIONO DALLE PROPRIE CASE PER SOLE TREDICI ORE DI CUI SOLO OTTO DI LAVORO.

2) PERCHE' ANCHE NOI LAVORATORI SUL CENTRALE DELLA PROVINCIA DI POTENZA, NON POSSIAMO COME TUTTI I TURNI DI TUTTE LE FABBRICHE DELL'AREA DI SAN NICOLA VIAGGIARE SU UNA SEMPLICE CORSA SU PULLMAN FINANZIATA DIRETTAMENTE DALLA REGIONE BASILICATA, EPPURE DELLA NOSTRA LINEA USUFRUISCONO CIRCA 38 PERSONE, BEN PIU' DI TANTE ALTRE CHE GIUNGONO A SAN NICOLA SEMI VUOTE DA GROSSE METROPOLI DEL CIRCONDARIO, SENZA OFFESA PER NESSUNO, (RIONERO, SAN FELE, STORNARELLA), TALVOLTA ANCHE SOLO PER DUE OTRE PERSONE COME LA DOMENICA.........EPPURE QUELLE CORSE NESSUNO LE TOCCA.

3) QUEST'ANNO ABBIAMO FATTO RISPARMIARE ALLA REGIONE UN OBOLO ORMAI PIU' CHE DECENNALE, CON L'ABOLIZIONE DEL NAVETTAMENTO DI CUI NESSUNO USUFRUIVA E CHE GUARDA CASO UNA VOLTA TOLTO NESSUNO PIANGE....O QUASI.

4) MI CHIEDO PERCHE' SOLO NOI DELLA PROVINCIA DI POTENZA DOBBIAMO VIAGGIARE SU UNA CORSA SOSTITUTIVA DI TRENITALIA BEN PIU' CARA DELLE CORSE  ISTITUITE SUGLI ALTRI TURNI.

 

5) MI CHIEDO CHE COSA FARE SE COME SEMBRA 38 PERSONE RESTERANNO A PIEDI E COSTRETTI A VIAGGIARE CON LE PROPRIE VETTURE SULLA ORMAI   TRISTEMENTE FAMOSA POTENZA-MELFI.

ALLORA CHIEDO A VOI ORGANI DI STAMPA DI DARE, SENZA NESSUN IMPEGNO E NESSUNA PAURA, VOCE A QUESTA MIA LETTERA.

IN ALTERNATIVA POTRETE  ASPETTARE IL PROSSIMO LUTTO SULLA POTENZA - MELFI PER SCRIVERE L'ENNESIMO ARTICOLO DI ALLARGAMENTO DLLE CORSIE ECC. ECC.

E A VOI GESTORI DELLA PROVINCIA E DELLA REGIONE BASILICATA DI IMPEGNARVI SERIAMENTE PER LA RISOLUZIONE DI QUESTO NOSTRO PROBLEMA O IN ALTERNATIVA CONTINUARE AD ORGANIZZARE GIORNATE RICORDO SULLE STRAGI BIANCHE DELLE NOSTRE STRADE.

 

FRANCESCO CLEMENTI  OPERAIO SAN NICOLA DI MELFI